gtag('config', 'UA-102787715-1');

Freddie Mercury: 5 motivi per cui verrà ricordato per sempre

La leggenda dei Queen permane vivida nel cuore e nella mente di milioni di appassionati. La straordinaria Rock Band capitanata dal compianto Freddie Mercury, brilla da anni di luce abbagliante, rivestendo di lustro la storia della musica contemporanea. Attraverso l’eclettismo della sua opera, la band ha stravolto i paradigmi su cui, il mondo della musica, si basava; alzando l’asticella a livelli altissimi in quanto a lirismo e tecnica compositiva. La leggenda dei Queen rimarrà eterna grazie al carisma e all’unicità del loro formidabile Leader, Freddie Mercury.

Quella dei Queen, in effetti, è sempre stata una macchina perfetta. Un super gruppo sotto mentite spoglie capace di rivoluzionare i panorami socioculturali in cui la loro discografia ha irrotto con elegante prepotenza. Sono passati quasi trent’anni da quel tragico giorno in cui, Freddie Mercury, lasciò le sue spoglie terrene, eppure, il suo lascito è rimasto eternamente impresso nell’immaginario collettivo; insinuandosi profondamente nella società moderna e, continuando a tenere alto il nome della band con cui ha dominato il mondo per anni.

Freddie Mercury è, a tutt’oggi, uno degli artisti più influenti di tutti i tempi; nonché uno dei migliori cantanti di sempre. Una tecnica meticolosamente studiata, misti ad un carattere esplosivo e ad una passione travolgente, hanno reso, quello dei Queen, uno spirito indomito, dall’energia inesauribile. In quest’articolo, abbiamo deciso di onorare la memoria di Freddie Mercury, elencando cinque motivi per cui, il Leader dei Queen, verrà ricordato per sempre.

5) La voce di Freddie Mercury è scientificamente straordinaria

Abbiamo già ampiamente tessuto le lodi del range a dir poco straordinario del Leader dei Queen. Quel che, forse, non tutti sanno, è che un gruppo di scienziati svedesi, sbalordito dalle doti canore che hanno reso leggendario Mercury, si siano soffermati sullo studio della sua laringe e del suo timbro vocale. Le conclusioni a cui gli scienziati giunsero furono sbalorditive. Il Leader dei Queen aveva un range di quattro ottave intere, rendendolo, oggettivamente, il miglior cantante nella storia del Rock.

4) Sul palco era un’esplosione d’energia

Freddie Mercury verrà, sicuramente, ricordato per sempre per gli spettacoli dal vivo dei Queen. La band era solita incendiare il palco durante i suoi live. Show a dir poco memorabili in cui, tecnica ed adrenalina si fondevano in una commistione sonica esplosiva. Gran parte del successo stravolgente dei Queen provenne dalle loro esibizioni strabilianti che, ancora oggi, sono un motivo di vanto per coloro abbastanza fortunati da potervi assistere ed una fonte d’ammirazione per i fan della nuova lena; incantati innanzi alla magnificenza trasmessa da Mercury, capace di eludere un fattore inesorabile come quello temporale.

3) Era un musicista eclettico

Freddie Mercury non è stato solo un cantante straordinario. Il leggendario leader dei Queen verrà ricordato per sempre per il suo approccio unico alla composizione. L’estro compositivo di Mercury si estendeva verso orizzonti sconfinati. L’istrionismo di Freddie Mercury era dovuto alle sue spiccate doti di pianista e alla sua ottima conoscenza della chitarra come strumento ritmico. Freddie Mercury ha sviluppato una vena sperimentalistica fenomenale, attraverso la quale, i Queen, si sono resi protagonisti indiscussi di una crescita del mondo del Rock esponenziale.

2) Freddie Mercury era particolarmente meticoloso in studio

I Queen sono sempre stati una garanzia in termini di perfezione nei loro lavori in studio. Che si trattasse del loro primissimo tentativo d’immersione in un genere o del loro più grande capolavoro, la leggendaria band veniva sempre spinta verso la più estrema delle meticolosità dal loro Leader. Persino nei suoi ultimi giorni in studio, lo stacanovismo di Freddie Mercury riuscì ad andare oltre la malattia che, ormai, osteggiava gravemente il trascorrere delle sue giornate. Per quanto visionaria la band di Mercury possa essere stata, i Queen sono sempre stati un gruppo instancabile quando si trattava di studiare nei minimi dettagli la struttura di un brano o un disco.

1) Era molto più di un artista leggendario

Freddie Mercury verrà ricordato per sempre non solo per la figura immensa che rappresentava nel mondo dell’arte, ma anche per la straordinarietà della sua persona oltre il palco. Mercury è stato un uomo squisito, la cui prerogativa era rendere felici, attraverso ogni mezzo in suo potere, le persone che gli stavano intorno. Per quanto esuberante ed eccentrica la sua personalità potesse essere, Freddie Mercury sapeva mostrare una sensibilità disarmante, per la quale, molte persone riuscirono ad amarlo, ma ben poche a comprenderlo a pieno. Freddie Mercury era un uomo passionale, un implacabile sognatore dall’indole determinata ed il cuore grande.

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)