gtag('config', 'UA-102787715-1');

Freddie Mercury, che cosa pensava il leader dei Queen di Brian May? (VIDEO)

Se i Queen sono diventati grandi, nella loro storia, ciò non deriva soltanto dal grande talento dei suoi membri o semplicemente dalla personalità di Freddie Mercury – come sottolineato in più occasioni da diverse rockstar -, ma da una commistione di talenti e da un coesistere di personalità che si rispettavano a vicenda, come da sempre hanno dimostrato Freddie Mercury e Brian May, i due più grandi leader di una formazione che sarebbe potuta diventare troppo lo specchio di se stessa ma che, in realtà, ha ottenuto un successo planetario e non casualmente. Ma che cosa pensava Freddie Mercury di Brian May? Grazie ad un video che raccoglie alcune delle sue interviste, è possibile capirlo.

Che cosa ne pensa Brian May di Freddie Mercury?

Prima di prendere in considerazione le dichiarazioni di Freddie Mercury raccolte all’interno di uno specifico video, vale la pena sottolineare anche l’opposto; da sempre Brian May non si è nascosto dietro un dito, spiegando come Freddie sia stato fondamentale nella carriera dei Queen e, allo stesso tempo, raccontato molto del leader dei Queen.



In particolar modo, in una delle sue dichiarazioni più speciali sotto questo punto di vista, May ha dichiarato: Freddie è Freddie. Beh, era insolito. Non so cosa, intendo non un caso particolare, ma Freddie era una persona senza compromessi, e penso che i compromessi fossero fatti dentro di lui, ma non voleva apparire come se fosse compromettente perché voleva venire da una posizione di forza. Quindi questa è una cosa. È insolito. Penso che alla maggior parte di noi al mondo piaccia piacere alla gente. Sentiamo il bisogno di essere graditi e abbiamo bisogno di accontentarli. Freddie non aveva questo. In qualche modo andava oltre e se non voleva fare qualcosa diceva “No, non lo faccio” e se qualcuno volesse un autografo in un momento particolare in cui stava facendo qualcos’altro, avrebbe detto “No, fanculo caro”, che è piuttosto scortese, ma tutti hanno capito che era così concentrato che aveva senso per lui. Aveva una libertà. Freddie mi ha rappresentato una sorta di libertà alla quale tutti aspiriamo che è la libertà di non essere governati da persone piacevoli. Puoi sembrare egoista, ma in effetti, ottieni di più in questo modo.

Che cosa ne pensava Freddie Mercury di Brian May

Il rispetto che Brian May provava per Freddie Mercury era sicuramente ricambiato, così come l’affetto che animava la band che non si nutriva certamente di soli rapporti professionali. Freddie Mercury, nel corso di alcune interviste – che possono essere ascoltate facendo riferimento al video che segue – ha parlato molto di Brian May, delle sue enormi qualità, della sua grande importanza nella realizzazione dei testi dei Queen (per la maggior parte firme dello stesso chitarrista) e non solo. Non possono mancare, allo stesso tempo, momenti ironici all’interno delle interviste, come quello in cui il cantante ha dichiarato: “I haven’t hit him yet, but there still time!”





Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.