gtag('config', 'UA-102787715-1');

Freddie Mercury, come è nata la canzone “Killer Queen” dei Queen?

Come nascono i grandi pezzi celebri della storia della musica? Molto spesso ci sono delle storie dietro ai pezzi più famosi delle rockstar che sono delle vere e proprie narrazioni. Questa volta vediamo come è nata la canzone “Killer Queen” dei Queen. Freddie Mercury scrisse il brano per l’album Sheer Heart Attack, e fu a conti fatti il primo grande successo dei Queen, ancora giovani ma già talentuosi. Fu il primo vero e proprio che fece vedere chi poteva essere Freddie Mercury e quale era il suo mood musicale che poi avrebbe condizionato tutto il repertorio della band.

La storia della squillo di lusso

Freddie Mercury aveva il desiderio di parlare delle squillo di lusso, ovvero di quelle prostitute di alto borgo che si potevano trovare in tutte le città inglesi più grosse. Vi ricorderete sicuramente che anche Freddie Mercury si descrisse come una prostituta di alto borgo della musica. Ma quale è la storia della canzone “Killer Queen” dei QueenEric Hall ha raccontato la storia e c’è da fidarsi in quanto è stato l’ex manager della EMI, la prima casa discografica dei Queen. Freddie, secondo le parole di Hall, era già bisessuale e non nascondeva per nulla le sue preferenze, ma ora questo non ci interessa.

Eric Hall era più stravagante di Freddie Mercury

Pensate che Eric Hall ha raccontato che il pezzo è, più o meno direttamente, riferito proprio a lui e Freddie Mercury lo scrisse pensando a Hall. Il suo appellativo agli studi della EMI era di “Mr Stravaganza” e il manager amava circondarsi di macchine di lusso, champagne, donne, era veramente un uomo stravagante e molto particolare. Un giorno Freddie lo chiamò e gli disse di volergli fargli sentire un pezzo. Subito Hall fu innamorato del brano e fu conquistato dalla linea melodica, dal piano, dalla voce di Freddie e dalla particolarità del testo.

La proposta di Freddie Mercury

Freddie gli disse: “Tu non l’hai ascoltata bene. Riprova.” A quanto pare Eric Hall non aveva ben capito a chi si riferisse con il pezzo. A un ascolto più attento, Hall disse che alcune cose che gli sembravano familiari e Freddie gli fece finalmente capire tutto. Gli disse: “Si Eric. Ho scritto questa canzone per te perché ti amo, ma tu mi fai impazzire. Mi ferisci molto perché non mi consideri. Per questo l’ho intitolata Killer Queen: io sono la Regina e tu il mio assassino.” Hall voleva molto bene a Freddie e aveva un sentimento forte di amicizia per lui, ma non era innamorato.

L’altro pezzo di Freddie Mercury

Eric Hall era eterosessuale e rifiutò Freddie Mercury. Il leader dei Queen lo chiamò un anno dopo e disse: “E’ tempo di rivederci” gli disse. “Siamo stati parecchio impegnati ultimamente, ma adesso vorrei farti ascoltare il nostro prossimo singolo e magari dopo andare a pranzo.” I due si incontrarono e Freddie gli fece sentire una pezzo diverso e molto più interessante di Killer Queen. Avete già capito, non è vero? Il pezzo in questione era il grande capolavoro: Bohemian Rhapsody.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.