gtag('config', 'UA-102787715-1');

Freddie Mercury: cosa pensava il cantante di John Lennon?

Nel corso di un’intervista, finora, rimasta inedita, rilasciata dall’immenso Leader dei Queen, Freddie Mercury, questi, esprime la sua ammirazione per l’ex membro dei Beatles, John Lennon. Quelle del cantante, sono parole cariche d’umiltà e riverenza. Freddie Mercury, infatti, esordisce spiegando insistentemente di non voler essere paragonato a John Lennon, definendo l’ex Fab Four come “il migliore”.

Durante il colloquio, la star dei Queen ha condiviso pensieri e opinioni cariche d’affetto e stima nei confronti dell’artista, dicendo: “Non vorrei mai ritrovarmi ad essere una delle parti in un confronto di qualsiasi tipo con John Lennon. Semplicemente perché lui era il migliore, per quanto mi riguarda”.

Dopodiché, il leggendario frontman ha rivelato quali siano i motivi che l’hanno spinto a trarre queste conclusioni: “Non si tratta di chi ha più o meno talento. È solo che alcune persone sono più capaci di altre a fare determinate cose e so che non mi sento in grado di fare le cose che hanno reso grande John Lennon. Andando avanti con il colloquio, Mercury ha rimarcato l’unicità di John Lennon, soffermandosi su quanto lo ammirasse.

Nella biografia intitolata Freddie Mercury: A Life In His Own Words, la leggenda dei Queen si è aperto in modo particolare sull’apporto dell’artista nella sua carriera: “John Lennon era un maestro di vita e un genio assoluto”, afferma. Il cantante ha proseguito riflettendo sull’eredità artistica di John Lennon, spiegando che, anche quando era ancora nei Beatles, lui preferisse i brani composti da quest’ultimo.

Come ha reagito Freddie Mercury alla morte di Lennon?

Freddie Mercury ha ricordato la reazione che ha avuto nel venire al corrente della morte di John Lennon, l’8 dicembre del 1980. Il musicista, venne sparato da Mark Chapman mentre faceva ritorno nella sua casa a New York con sua moglie, Yoko Ono. “Quando ho saputo della sua morte, ero shockato. Annichilito”, ha detto il cantante. Il giorno dopo la morte di Lennon, i Queen si esibirono alla Wembley Arena, osservando un meraviglioso tributo all’artista, eseguendo una versione struggente del classico senza tempo, Imagine.

Nell’album della band del 1982, Hot Space, inoltre presenzia un’intera canzone scritta da Freddie Mercury per onorare il suo idolo. Il brano si intitola Life Is Real (Song For Lennon). Scritta di getto dal Leader dei Queen, è una delle poche tracce del gruppo, il cui testo, è stato scritto prima della strumentale. Non si tratta solo di un omaggio a Lennon; infatti, il brano è praticamente composto da riferimenti alla sua discografia. Il pezzo si apre con il piano di Mercury e sembrerebbe contenere chiari riferimenti al decesso dell’artista. Inoltre, pare che anche Brian May abbia, forse indirettamente, tributato l’ex Beatle, attraverso Put Out The Fire. Ciò che, però, è stato dichiarato riguardo il brano è che, questo, sia un manifesto contro le armi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)