gtag('config', 'UA-102787715-1');

Freddie Mercury, gli ultimi desideri del leader dei Queen prima di morire

Freddie Mercury morì di AIDS il 24 novembre 1991 quando aveva solo 45 anni. In pochissimi sapevano della sua condizione fisica a dir poco tragica, se non i suoi compagni di band (Brian May, John Deacon e Roger Taylor) e qualche altro amico intimo. Tra questi c’erano Peter Freestone, amico di Freddie, Mary Austin, l’ex fidanzata e migliore amica di Freddie, e pochi altri. I fan scoprirono la malattia di Freddie il giorno prima del suo tragico decesso, nonostante molti sospettassero che lui avesse qualcosa. Le ultime apparizioni di Freddie in pubblico lo mostravano come debole, visibilmente deperito e molto magro. Ma Brian May ha rivelato una cosa prima sconosciuta. Ha detto: “Durante l’AIDS il problema di Freddie Mercury era il suo piede“. Ma di cosa sta parlando e quali furono gli ultimi desideri del leader dei Queen prima di morire?

Il decorso di Freddie Mercury durante l’AIDS

Il cantante aveva sempre cercato di preservare la privacy quando scoprì di avere l’AIDS. La sua malattia lo aveva reso molto debole e i medici che glielo avevano diagnosticato erano ormai rassegnati. Non c’era alcuna cura e il decorso sarebbe stato inevitabilmente doloroso e sofferente. La dichiarazione di Freddie Mercury, il giorno prima della sua morte, diceva che era ormai alla fine dei suoi giorni a causa del virus dell’HIV. Era buona cosa far conoscere a tutti la verità e sapere che lui stava lottando pesantemente contro la malattia. Durante il decorso successero varie cose che lo indebolirono moltissimo. Di certo gli ultimi desideri del leader dei Queen dovevano essere forti e, in qualche modo, iconici.

Il problema di Freddie Mercury

Dopo la sua morte, il suo compagno di band, il chitarrista Brian May, ha rivelato tutta la difficoltà del tormento di Freddie Mercury. Nel 2017, May ha confermato che Freddie aveva perso la maggior parte del suo piede mentre la sua salute diminuiva. Parlando al Sunday Times, ha spiegato: “Durante l’AIDS, il problema di Freddie Mercury era in realtà il suo piede, e tragicamente ne era rimasto ben poco. Una volta ce lo aveva mostrato a cena. E ha detto: ‘Oh Brian, mi dispiace di averti turbato mostrandoti questo’. “E ho detto: ‘Non sono arrabbiato, Freddie, se non per rendermi conto che devi sopportare tutto questo terribile dolore’.”

La reazione di Elton John

Anche Elton John era presente quando vide il piede di Freddie Mercury ormai devastato dalla malattia. Già da prima Elton aveva visto la diagnosi dell’amico ed era rimasto veramente sconvolto. Aveva descritto l’agonia di guardare il suo amico spegnersi lentamente davanti ai suoi occhi mentre la malattia crudele distruggeva il corpo e la voce di Freddie Mercury. Elton non poté passare molto tempo al capezzale del frontman dei Queen perché non riusciva a sopportare delle immagini così dure e terribili per lui. Gli ultimi desideri del leader dei Queen prima di morire non erano certo quelli di vedere il suo amico Elton John triste nel vederlo.

La morte

Freddie Mercury morì ufficialmente a causa di una violentissima broncopolmonite come sintomo dell’AIDS. Non avendo difese immunitarie, non riusciva a proteggersi a sufficienza da nulla; pure un comunissimo raffreddore lo avrebbe messo a serio pericolo di vita. Oltre alla magrezza di Freddie, il cantante e frontman aveva diversi eritemi sul corpo insieme a un continuo senso di spossatezza. Prima di morire, il leader dei Queen volle fare un ultimo giro per la sua casa, la celebre Garden Lodge, prima di parlare con Mary Austin lasciandole un’eredità davvero enorme

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.