gtag('config', 'UA-102787715-1');

Genesis, erano destinati ad essere un gruppo strumentale?

Dopo che Peter Gabriel decise di abbandonare i Genesis non fu tutto così scontato come sembra. E’ molto semplice pensare ad una sostituzione fluida, da Peter Gabriel a Phil Collins e così continua la storia del grande gruppo. In verità non fu così. Dopo l’abbandono da parte di Gabriel le cose si complicarono parecchio. Phil non era sicuro si quello che stava accadendo e per un po’ meditarono pure se fermarsi. Chi doveva essere la nuova voce? Per il primo periodo, per quanto strano possa apparire, la preoccupazione principale non era quella. I membri restanti avevano pensato di continuare la propria carriera così, verso lo strumentale. Phil Collins allora, non fu la soluzione immediata.

Come sono nati i Genesis?

Suona curioso, ma a scuola.  Alcuni ragazzi frequentavano un college maschile dalle regole particolarmente rigide e durante quel periodo si formarono due gruppi diversi fra di loro, entrambi facevano musica. Questa diventò un modo per evadere un po’ da quello che era l’ambiente, sicuramente pesante. Di certo non si deve pensare al rock progressivo che la band ha sfoggiato per quasi una carriera intera. La scuola e quell’ambiente infatti influenzarono molto le loro prime produzioni. Il gruppo finale dei Genesis però – o meglio, quello iniziale- nasce dall’unione di questi due gruppi scolastici. Fra questi, ovviamente, anche Peter Gabriel. Com’è risaputo egli abbandonerò la band e poco tempo dopo arriverà Phil Collins.

Da Peter Gabriel a Phil Collins

Dopo che Peter Gabriel lasciò la band, il problema iniziale non fu cercare un sostituto. Il gruppo infatti voleva proseguire come un gruppo strumentale e abbandonare la vocale. L’idea era in sostanza quella di un quartetto che producesse musica, perché – assurdo da pensare- Phil Collins non voleva essere la voce dei famigerati Genesis. Egli cominciò la sua carriera come batterista con loro nel 1970 e solo cinque anni dopo si ritrovò a dover scegliere se diventare o meno il frontman. Nel frattempo procedevano quelle erano le audizione per scegliere l’ipotetica nuova voce, ma purtroppo – o per fortuna- niente andava nel verso giusto. Non si trovò una voce che potesse risultare adatta per il gruppo e così la prima moglie di Collins cominciò a fare pressione, affinché fosse Phil a prendere il ruolo principale. E’ strano pensare a cosa sarebbe potuto succedere o come sarebbero potuti essere i Genesis se non fosse approdato Phil al microfono. Egli inoltre com’è risaputo, pochi anni dopo cominciò la carriera da solista, segnata dalla separazione con la moglie.

Share

Maria Geraci, 1999. Laureata in lettere moderne e studentessa magistrale di letteratura, filologia e linguistica italiana. Appassionata di rock, grunge e cantautorato. Ferrata nella stesura di articoli e aspirante scrittrice. (mariageraci9@icloud.com)