gtag('config', 'UA-102787715-1');

Grande spavento per i Sex Pistols: un membro della band ha avuto un infarto

Una notizia che certamente non ha reso contenti i fan dei Sex Pistols, una delle formazioni britanniche che più hanno ottenuto successo nell’ambito della loro storia. Che si ami o meno la formazione che vedeva nel suo leader ideologico Sid Vicious, non si può fare a meno di sottolineare tutto lo spavento e tutta la tristezza che c’è stata in merito a una notizia diffusa soltanto tre mesi dopo il suo avvenimento: Steve Jones, chitarrista britannico che è passato alla storia per essere parte del gruppo punk rock dei Sex Pistols, ha subito diversi problemi fisici, che sono stati raccontati in onda a Los Angeles in occasione del suo ritorno al programma radiofonico da lui condotto, Jone’s Jukebox. In poco tempo Steve Jones ha subito due problemi fisici, una paralisi facciale e un infarto, che hanno rischiato di minare la sua vita. Ecco qual è stato il racconto del chitarrista.

Le dichiarazioni di Steve Jones

Il tanto sperato ritorno alla conduzione del suo programma radiofonico, Jone’s Jukebox, che va in onda a Los Angeles, è stata per il chitarrista britannico un momento particolarmente importante all’interno del quale raccontare della malattia che ha messo a rischio la sua salute in poco tempo. Sono trascorsi tre mesi, ha affermato il chitarrista dei Sex Pistols, ma gli effetti della malattia si fanno ancora sentire. In effetti, due sono stati grandi problemi fisici che hanno messo a rischio la salute del chitarrista, prima una paralisi facciale che è avvenuta all’improvviso, poi un dolore al petto che si è rivelato essere un infarto. Ovviamente, il chitarrista ha temuto il peggio per la propria salute, ma fortunatamente tutto si è risolto nel migliore dei modi.

Queste sono state le dichiarazioni circa il suo stato fisico: “All’improvviso la mia faccia ha iniziato a sentirmi tutta traballante. Abbiamo chiamato un paramedico e siamo andati all’ospedale di San Giovanni e abbiamo fatto tutti i controlli, mi ha tenuto lì tutta la notte.”. Quanto all’infarto, invece, ha dichiarato: “E’ un po’ un incubo. Sto assumendo otto [o] nove farmaci. E sto ottenendo reazioni davvero strane, vertigini e appena fuori di testa.”

I progetti di Steve Jones dopo i Sex Pistols

Non c’è dubbio che Steve Jones sia stato importante nella storia della musica non soltanto in virtù della sua collaborazione con i Sex Pistols che hanno ottenuto grandissimo successo, ma anche per il suo grande talento con lo strumento che l’ha sempre contraddistinto è che l’ha portato a collaborare con grandi nomi nella storia della musica.

Basti citare tutti gli spettacoli rock di grande livello all’interno dei quali ha preso parte, suonando con nomi come Bob Dylan, Billy Idol, Joan Jet, thin Lizzy, Iggy Pop e tanto altro ancora. Non a caso, il contributo musicale di Steve Jones è passato anche tramite la realizzazione di due album da solista, pubblicati entrambi negli anni 80 punto insomma, per la storia della musica Steve Jones è certamente un nome importantissimo, e di cui difficilmente si vorrebbe fare ameno.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.