gtag('config', 'UA-102787715-1');

Green Day, Ecco perché fu cambiata la copertina dell’album Dookie

Uno degli album più conosciuti dei Green Day è Dookie. Uscito nel 1994, contiene alcuni grandi successi della band come Basket Case. Dookie ha conferito ai Green Day ancora più popolarità, anche se inizialmente non ebbe molto successo. Solo grazie ai singoli venne apprezzato. La copertina, però, subì una modifica interessante. Billie Joe Armstrong ha mostrato come mai è successa una cosa del genere.

Dookie, il terzo album dei Green Day

Le tracce di Dookie furono le seguenti:

  1. Burnout
  2. Having a Blast
  3. Chump
  4. Longview
  5. Welcome to Paradise
  6. Pulling Teeth
  7. Basket Case
  8. She
  9. Sassafras Roots
  10. When I Come Around
  11. Coming Clean
  12. Emenius Sleepus
  13. In the End
  14. F.O.D. (Fuck Off and Die) 

La canzone più famosa è Basket Case, il cui testo si basa sul tema dell’ansia. È una delle più “punk rock” della band. Di questo brano è molto conosciuto il video ufficiale, il quale presenta peraltro vari riferimenti al film Qualcuno volò sul nido del cuculo.

La copertina modificata

La copertina originale dell’album aveva un peluche di Ernie di Sesame Street, uno spettacolo per bambini. Poiché non si possedevano i diritti, fu presto rimosso dalla copertina. Tuttavia, un altro dei motivi per cui venne tolto il tenero peluche dall’album era che qualcuno avrebbe potuto scambiarlo per un disco per bambini. Quando, sappiamo bene, presenta contenuti sicuramente inadeguati alla tenera età. Pensiamo ad esempio a Longview, una canzone che parla di cannabis e di masturbazione. Non proprio la canzone ideale da far ascoltare ad un nipotino. E così in generale i temi dell’album sono la noia, l’ansia, anche la morte, ecc.

I sit around and watch the phone, but no one’s calling
Call me pathetic, call me what you will
My mother says to get a job
But she don’t like the one she’s got
When masturbation’s lost its fun
You’re fucking lonely. 

– Green Day, Longview

Billie Joe Armstrong ha raccontato sul suo instagram che una nonna addirittura acquistò l’album per i suoi nipoti, proprio a causa del peluche in copertina, scambiandolo proprio per un CD per loro. Il fraintendimento forse sarebbe stato evitabile, ma si è ritenuto fosse meglio togliere la copertina dalla circolazione. Bisogna dire che queste copie con il peluche ancora intatto continuano a fare il giro del mondo, quindi la situazione è esilarante.

Il mistero della ragazza

Nel postare la foto della copertina sul suo Instagram, Billie Joe Armstrong ha anche raccontato come è stata realizzata. Innanzitutto ha spiegato che fu scattata un anno prima dell’uscita di Dookie. Si è poi chiesto dove è finita la ragazza coi capelli corti che si vede. Nessuno ancora ha risolto il mistero, chissà, magari la ragazza dopo 26 anni si riconoscerà e Billie Joe Armstrong potrà avere una risposta. Nel frattempo, non ci resta che sperare che qualche altra nonnina si confonda, così da regalarci altri divertenti aneddoti.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Billie Joe Armstrong (@billiejoearmstrong) in data:

Share

Laureata in lettere moderne e laureanda in Filologia moderna. Siciliana doc, scrittrice, ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.