Green Day e l'accusa di Noel Gallagher per Boulevard of Broken Dreams

Green Day e l’accusa di Noel Gallagher per Boulevard of Broken Dreams

Green Day e il fenomeno punk

Uno dei più grandi fenomeni commerciali e musicali degli ultimi anni è rappresentato sicuramente dai Green Day. Gli statunitensi, tra polemiche, critiche, censure, apprezzamenti, esperimenti e molto altro hanno avuto il merito di dominare una scena – quella punk – che si sono proposti di riportare in auge. Con questo discorso non vogliamo certamente dire che meritano un trattamento o una riverenza specifici. Li si può anche condannare o biasimare, soprattutto per i lavori degli ultimi anni particolarmente oggetto di critica.

Ma non si può non dare uno sguardo ai numeri, per capire come il fenomeno punk che rappresentano sia stato, negli anni, più che semplicemente supportato. Più di 85 milioni di dischi in tutto il mondo venduti in una carriera fatta di alti e bassi; 6 Grammy Awards, presenza nella Rock and Roll Hall of a Fame e molto altro. Dulcis in fundo, la nomina nella categoria New Immortals (nuove leggende della storia della musica) da parte del Rolling Stone.

Boulevard of Broken Dreams, la canzone dei Green Day

Uno dei pezzi più celebri e, allo stesso tempo, contestati dei Green Day è Boulevard of Broken Dreams. La canzone, datata 2004 e inserita nell’album American Idiot, ha venduto moltissimo in Italia, aggiudicandosi anche il disco d’oro con più di 25mila copie vendute.

Il titolo della canzone potrebbe essere stato ispirato alla band dalle parole della nota cantante e sciamana messicana Chavela Vargas. La donna dichiarò di vivere nel “boulevard dei sogni infranti”, la cui traduzione – in inglese – è proprio il titolo del brano. Quanto alle critiche di Gallagher, di cui parleremo successivamente, esse derivarono da un mixaggio realizzato da Party Ben. Il produttore e DJ realizzò una canzone, Boulevard of Broken Songs, in cui erano mixate quella dei Green Day, Wonderwall degli Oasis, Dream On degli Aerosmith e Writing to Reach You dei Travis. 

Le accuse da parte di Noel Gallagher

Se c’è qualcosa che, però, va ben oltre le semplice critiche per Boulevard of Broken Dreams, queste sono le accuse di plagio. In particolar modo, queste sono state mosse da Noel Gallagher, uno dei due immortali e intramontabili fratelli degli Oasis. Gallagher ha dichiarato di essere sicuro del fatto che i Green Day hanno plagiato Wonderwall degli Oasis nel realizzare questo brano.

Ovviamente non si è trattata di un’accusa violenta o una a cui ha fatto seguito un intervento legale; parliamo sempre dello spirito provocatorio dei fratelli Gallagher, che si è manifestato anche in quest’accusa. Le accuse da parte di Noel Gallagher, pubblicate dal magazine Stuff, sono state le seguenti: “Avrebbero almeno potuto avere la decenza di aspettare che morissi prima di rubarmi una canzone. Io perlomeno riservo questa accortezza ai colleghi che decido di depredare”.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.