gtag('config', 'UA-102787715-1');

Guns N’ Roses, Frank Ferrer: “Nessuno ha davvero compreso Chinese Democracy”

Uno degli album maggiormente contestati nell’ambito della carriera dei Guns N’ Roses è, senza alcun dubbio, Chinese Democracy; l’album in questione è stato considerato come uno dei punti più bassi nella carriera della hard rock band statunitense, anche a causa di tutti quei cambiamenti strumentali e strutturali che ci sono stati nella band statunitense in questione. Eppure, il batterista dei Guns n’ Roses Frank Ferrer, che suona nella band in questione dal 2006, ha deciso di difendere la realizzazione di Chinese Democracy, attraverso alcune dichiarazioni piuttosto emblematiche che meritano di essere citate. Ve ne parliamo all’interno del nostro articolo.

Che cosa ne pensa Frank Ferrer di Chinese Democracy

A proposito dell’insuccesso di Chinese Democracy e di quanto l’album in questione sia stato oggetto di critica, il batterista dei Guns N’ Roses ha dichiarato quanto segue: “Penso che, e sta decisamente venendo fuori ora che Duff [McKagan] e Slash stanno suonando il materiale, penso che questo abbia dato alla gente un suono caratteristico e una nuova prospettiva sull’album. Quell’album spacca. Non sono sicuro di come rispondere a questo, ma penso che sicuramente la gente gli stia dando una seconda occhiata adesso. Slash e Duff stanno suonando meglio il materiale. C’è un sacco di roba davvero figa su quel disco, quei ragazzi che aprono le braccia e abbracciano quella roba… penso che anche questo sia stato parte del processo di guarigione. Penso che tutti, specialmente quei tre signori, si stiano davvero sforzando di unirsi e di essere davvero uniti, e penso che sia super impressionante. Sono davvero contento di farne parte, e lo sostengo. Penso che la ‘Chinese Democracy’ stia ricevendo una nuova valutazione”.

Frank Ferrer parla del nuovo materiale dei Guns N’ Roses

Nel corso della sua intervista, Frank Ferrer ha avuto anche modo di parlare di quale sia il nuovo materiale dei Guns N’ Roses, e di quali aggiornamenti derivino direttamente dalla condotta della formazione in sede di registrazione. Queste sono state le sue affermazioni in questione: “Voglio rispondere a questa domanda in questo modo: siamo in una pandemia. Voglio dire, nuova musica e nuovo questo e nuovo quello, è tutto fantastico, ma resta a casa e indossa una mascherina per superare questa cosa, è l’unica cosa che posso dire a chiunque.”

E ancora: “Se vuoi sentire nuova musica, se vuoi andare a vedere le tue band in concerto indossa una mascherina, resta a casa, stai a casa, tieniti al sicuro, tieni al sicuro i tuoi vicini, e supereremo tutto questo. E poi torneremo alla normalità e il mondo sarà molto più luminoso. Anche in questo caso la scuola è importante, tenerci in vita è più importante di qualsiasi altra cosa”.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.