gtag('config', 'UA-102787715-1');

Guns N’ Roses, il vero responsabile della reunion della band

Come tutti gli amanti del rock sanno il 2016 è stato un anno di svolta nell’ambiente Guns N’ Roses. La band, della cui ossatura originaria era ormai rimasto solo Axl Rose, ha ritrovato la propria stabilità in occasione del Coachella Festival – con il ritorno in formazione di Slash e Duff McKagan. Da quel momento, la rockband si è rimessa in campo, tornando ad incendiare i palchi con il Not in this Lifetime Tour. Ma, messa da parte la gioia e l’entusiasmo di tutti i fan dei Guns, quali sono stati i veri motivi del riavvicinamento tra Axl Rose e Slash?

AXL ROSE, QUELLA VOLTA CHE NEGO’ OGNI POSSIBILITA’ DI TORNARE A SUONARE CON SLASH

La domanda è lecita, dato che – alcuni anni prima della sospirata reunion – Axl Rose ancora lanciava frasi al vetriolo nei confronti dell’ex collega Slash. In un’intervista rilasciata per Del James di Spinner infatti, il cantante non si era certo morso la lingua parlando del chitarrista. “Per quanto riguarda una reunion con Slash le possibilità sono pari a zero. […] Lo considero una cosa da evitare. Meno lo si sente, meglio è”. Correva l’anno 2009. E pensare che, soli quattro anni prima, Rose aveva etichettato McKagan come uno “smidollato”.

GUNS N’ ROSES, LA REUNION IN OCCASIONE DEL COACHELLA FESTIVAL NEL 2016

Insomma, date le premesse e i rapporti burrascosi tra i componenti dei Guns N’ Roses – dovuti, probabilmente, al difficile carattere di Axl Rose – la possibilità di una reunion sembrava quanto mai improbabile. Tanto più che gli anni intercorsi fino a quel momento avevano praticamente spento ogni speranza dei fan della band.

Ma, il 19 Aprile del 2016, la svolta inaspettata. Inizia infatti a circolare la notizia che Axl Rose, Slash e Duff McKagan torneranno insieme sullo stesso palco, in occasione dei Coachella Festival. Ma com’è stato possibile arrivare ad un simile risultato?

AXL ROSE, LA SVOLTA DURANTE IL COACHELLA

Il Coachella Festival segna una data importantissima per la carriera di Axl Rose. La presenza di Angus Young all’evento – chitarrista e fondatore degli AC/DC – conferma innanzitutto la voce secondo la quale, Rose sostituirà Brian Johnson nelle restanti date del tour della band australiana. Lo stesso Johnson che è stato allontanato per dei gravi problemi all’udito. Inoltre, tutti i membri dei Guns N’ Roses vengono contattati per esibirsi assieme.

Steven [Adler] non è venuto. […] Per quanto riguarda Izzy [Stradlin] non so come descriverlo. – ha svelato il cantante, a proposito degli altri due membri della band – […] Ci sono state conversazioni in cui un giorno era in un modo e il giorno dopo in un altro”. La risposta del diretto interessato, ovviamente, non si è fatta attendere. E la sua decisione di non intervenire alla reunion non sembrerebbe da imputare ad indecisione, ma al fatto che gli altri non volessero dividere i compensi in maniere equa.

IL VERO MOTIVO DELLA REUNION DEI GUNS N’ ROSES NEL 2016

Quindi, stando alle parole di Stradlin, il motivo principale della riappacificazione dei Guns N’ Roses sarebbe il denaro. Ma fu un’altra la ragione che riportò Axl Rose, Slash e Duff McKagan sullo stesso palco nel 2016. E parliamo di Paul Tollett, fondatore del Coachella e – a quanto pare – grande oratore. “Paul è stato il primo a parlare del progetto – ha confermato Rose – tanto che alla fine mi è sembrato possibile”.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.