gtag('config', 'UA-102787715-1');

Guns N’Roses: quella volta che Slash collassò dopo una gara di bevute con i Motley Crue

La storia della musica rock è ricca di storiche collaborazioni, amicizie durature ed incontri a dir poco straordinari. Tommy Lee, storico batterista dei Motley Crue, ha recentemente promosso il suo terzo album in studio da solista: ‘Andro‘, che fa seguito a ‘TommyLand: The Ride‘ del 2005 e ‘Never A Dull Moment‘ del 2002. E, durante una recente intervista per Steve-O’s Wilde Ride -oltre a soffermarsi sul suo ultimo lavoro discografico- Tommy Lee ha raccontato anche di quella volta che i Guns N’Roses sfidarono i Motley Crue in una gara di bevute e Slash collassò.

Guns N’Roses: quella volta che Slash collassò dopo una gara di bevute con i Motley Crue

Il racconto di Tommy Lee -che risale al lontano 1987– è piuttosto esilarante e divertente. I Guns N’Roses avevano da poco pubblicato l’album d’esordio -‘Appetite For Destruction‘- e cominciavano a farsi conoscere al grande pubblico aprendo gli spettacoli di alcune grandi band come i Motley Crue.

“Quella sera noi e i Guns N’Roses facemmo serata insieme dopo lo show -racconta Tommy Lee- loro avevano intenzione di sfidarci ad una gara a chi beveva di più e noi nel frattempo pensammo: “ecco, ci risiamo, un’altra band che vuole competere con noi”, ma non avevamo nessuna intenzione di dargliela vinta.”

“Ed è così che abbiamo iniziato a bere -aggiunge Tommy Lee e, se avete qualche dubbio, chiedete a Slash. Eravamo seduti al bar tutti insieme: Slash, Duff, io e Nikki e abbiamo cominciato a bere uno shot dopo l’altro. Gli shot sembravano non finire più, fino a quando ci siamo accorti che Slash stava poco bene… Era tra Nikki e Duff e ha iniziato a vomitare….”

La gara di bevute finita male

Nonostante l’infinità quantità di alcool assunto, i musicisti non si fermarono di certo: “Abbiamo continuato ancora ed ancora, fin quando Slash non ha cominciato a vomitare anche sul bancone. Alla fine io e Nikki siamo stati costretti ad accompagnarlo in camera sua. Abbiamo preso le chiavi dalla sua tasca, abbiamo aperto la camera d’albergo e l’abbiamo messo sul letto.”

 

I membri dei Motley Crue, però, pensarono bene di lanciare un segnale forte e chiaro ai Guns N’Roses: 

“Mai sfidare i Motley Crue in una gara di bevute! Ad un certo punto Nikki è saltato sul letto di Slash, ha cacciato i testicoli e li ha messi vicino al volto di Slash… abbiamo perfino immortalato il momento! Abbiamo perfino realizzato dei poster con quella foto… Questo insegna una ed una sola cosa: pensateci due volte prima di venir a far festa con noi!”

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)