gtag('config', 'UA-102787715-1');

I 5 gruppi progressive rock più grandi di sempre

Alla fine degli anni sessanta il rock sembrava dirigersi verso nuove direzioni: nacque, infatti, l’esigenza di dare a questo genere maggior spessore culturale e, soprattutto, credibilità. Ed è proprio in questo contesto che si formò il rock progressivo (in inglese progressive rock o prog rock): un’evoluzione del rock psichedelico e del blues rock. Il nome, infatti, (secondo alcuni a dir poco inappropriato) dovrebbe far riferimento proprio alla progressione (sviluppo) del rock, partendo dalle sue radici blues, ad un livello di maggior complessità e varietà. Il rock progressivo conobbe il suo periodo di massimo splendore intorno al 1965, grazie ad alcune band britanniche come i Pink Floyd, i Genesis, i King Crimson, gli Yes, gli ELP e tanti altri ancora. Questi gruppi, inoltre, non solo hanno allungato i confini della musica, ma ci hanno regalato anche alcune delle più grandi imprese musicali della storia del rock. Andiamo oggi a scoprire insieme i 5 gruppi progressive rock più grandi di sempre.

Tool

Iniziamo subito con un grande classico del rock progressive: i Tool. Nato a Los Angeles nel 1990, in realtà il gruppo è riuscito ad accorpare nel suo sound una varietà di generi: passando dal vero e proprio prog rock all’art rock e dal’alternative metal al rock sperimentale. Il successo per i Tool arriva nel 1993 con l’album Undertow e, da quel momento in poi, non si sono più fermati.

Yes

Il rock progressivo è nato principalmente sotto l’influenza della musica classica, del jazz, del folk e, talvolta, anche della musica sperimentale. Tra i più grandi precursori di questo genere ci sono sicuramente gli Yes, gruppo britannico nato nel lontano 1968. La band, inizialmente formata da Jon Anderson, Chris Squire, Peter Banks, Tony Kaye e Bill Bruford, nel corso degli anni ha visto alternarsi numerosi componenti.

King Crimson

Come già detto inizialmente, il prog rock si è sviluppato nella seconda metà degli anni sessanta, grazie ad alcune grandi band (per la maggior parte britanniche) e, una di queste, è proprio quella dei King Crimson. Fondato nel 1969 a Londra, il gruppo, così come i Tool, ha subito diverse influenze musicali col tempo: jazz, rock progressivo, folk, musica classica e sperimentale, rock psichedelico, hard rock e perfino heavy metal e new wave.

Genesis

In questa speciale classifica dei 5 gruppi progressive rock più grandi di sempre non potevamo certo tralasciare i mitici Genesis. La formazione guidata da Phil Collins, nata nel 1967, ha raggiunto il picco della popolarità a partire dagli anni ottanta e novanta annoverandosi, ovviamente, tra i gruppi di maggior spessore del genere prog rock.

Pink Floyd

Veniamo ora ad uno dei più grandi gruppi del genere prog rock e, naturalmente, della musica mondiale: i Pink Floyd. La band britannica, nata dalla mente geniale (e tormentata) di Syd Barrett, ha scritto pagine indelebili nella storia della musica e, naturalmente, non è un caso che sia ancora oggi molto apprezzata anche tra i giovanissimi.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)