gtag('config', 'UA-102787715-1');

I 5 migliori album di debutto di band metal

Quali sono i 5 migliori album di debutto di band metal? Ovviamente la lista potrebbe essere decisamente più lunga di 5 nomi, ma ne inseriamo solo 5, quelli che secondo noi sono i più importanti. Iniziamo con la band di Ozzy Osbourne e Tony Iommi, ovvero i Black Sabbath con il loro album omonimo “Black Sabbath“. Forse non si dovrebbe nemmeno parlare di metal dato che la band in questione è il gruppo che ha quasi creato, inconsapevolmente forse, il genere. Il disco venne registrato con soli 600 sterline e già questo merita una menzione d’onore. Le canzoni meritano da sole, non vi segnaliamo la canzone migliore dell’album, fate uno sforzo e ascoltatelo.

Gli Slipknot con “Slipknot”

La band di Corey Taylor ebbe un grande merito, ovvero quello di dare grande inizio, di fatto, al genere nu metal insieme ai Linkin Park. Tutto partì nell’Iowa, a Des Moines, e quell’album di debutto della band fu davvero sorprendente e dal grandissimo successo. Il gruppo riuscì a capire immediatamente le esigenze dei fan del genere metal, la gente voleva ritornare ad amare il metal con delle band nuove, senza dimenticare i grandi classici. La band lo capì bene e tra sezioni ritmiche martellanti e qualche elemento elettronico decisamente ipnotizzante, Corey Taylor diventò da quel momento una piccola leggenda del genere metal.

Linkin Park con “Hybrid Theory”

Ovviamente vi abbiamo citato prima i Linkin Park e non potevamo non inserire il loro album di debutto, ovvero Hybrid Theory. Il gruppo ancora non lo sapeva ma quell’album sarebbe diventato il disco più venduto al mondo l’anno successivo, ovvero il 2001, ma anche un album imprescindibile per un fan del metal. Tra riff pazzeschi, ritmi elettronici che si incastravano dai dio con le parti rappate e il timbro indimenticabile di Chester Bennington, la band fece centro.

I Dio con “Holy Diver”

Questo fu uno dei più “antichi” debutti di una band del genere heavy metal, Holy Diver fu un disco di grandissimo valore e le varie recensioni dell’epoca furono davvero entusiaste. Quel disco fu un nuovo inizio per Ronnie James Dio, un’autentica leggenda del genere metal. Il Nostro decise di chiamare l’ex bassista dei Rainbow Jimmy Bain e l’ex batterista dei Black Sabbath Vinny Appice per il suo disco e furono scelte vincente. Non bisogna neanche dimenticare la decisione apparentemente azzardata di Ronnie James Dio di chiamare un chitarrista appena diciannovenne, Vivian Campbell, ma dal grande talento. Scelta indovinata.

I Rage Against The Machine con “Rage Against The Machine”

Il debutto di Rage Against The Machine fu anch’esso mostruosamente inaspettato e colpì la cultura popolare come un pugno fortissimo. Il valore politico della band e del disco fu davvero incredibile e non si era vista facilmente una band che parlava in quel modo di quegli argomenti. La grande vittoria dei Rage Against The Machine e del suo storico ideatore, il chitarrista Tom Morello, fu quello di inserirsi nel mondo commerciale di MTV e della musica senza essere ruffiani. Il valore politico delle canzoni dei Rage Against The Machine fu davvero fortissimo e fu un album di debutto incredibile. Questi sono secondo noi i 5 migliori album di debutto di band metal.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.