gtag('config', 'UA-102787715-1');

I 5 migliori assoli di piano nel rock n’roll

Quali sono i 5 migliori assoli di piano nel rock n’roll? È difficile fare una classifica ma cercheremo di essere abbastanza concisi e ovviamente diremo la nostra personale opinione. Non possiamo non inserire Rocketman di Elton John. È una delle canzoni più celebri dell’artista britannico il quale viene considerato uno dei veri fondatori (se non il fondatore principale) del genere del pianorock. Notiamo il fatto che Elton avesse usato il pianoforte come se fosse una chitarra ritmica, con lo stesso procedimento di Noel Gallagher nello scrivere le canzoni degli Oasis.

LIGHT MY FIRE DEI DOORS

Era il 4 gennaio 1967 e siamo di fronte all’album The Doors, dell’omonima band capitanata dal re Lucertola, ovvero Jim Morrison. Inutile dire che si tratta di uno dei pezzi più famosi della band, insieme a Roadhouse Blues, un’altra canzone (come quella del titolo) proposta e riproposta in un numero infinito di cover e riedizioni. Light My Fire, tra le altre cose brano di apertura del loro album d’esordio omonimo, venne scritto dal chitarrista Robby Krieger ma la vera parte geniale è l’inizio. Il pezzo inizia con un assolo davvero unico, caratteristico e ovviamente famosissimo, non di chitarra, bensì di organo. Pare che il tastierista Ray Manzarek si fosse ispirato a Johann Sebastian Bach, in particolar modo a Invenzioni a due e tre voci.



GREAT BALLS OF FIRE DI JERRY LEE LEWIS

Jerry Lee Lewis ha 22 anni nel 1957 quando inizia a scrivere i primi pezzi rock n’roll al pianoforte. Il primo vero pezzo, almeno quello che lo porta alla ribalta, è Crazy Arms del 1956, ma è con Great Balls of Fire che il Nostro raggiunge un successo spaventoso. In effetti è una   canzone piuttosto breve, non dura neppure due minuti, ma ciò che tutti ricordano è quel riff di pianoforte iniziale. Al tempo, Jerry Lewis venne molto criticato dai perbenisti e sapete perché? L’artista in questione veniva imputato di suonare la musica del Diavolo, ma questo a Jerry Lewis importava poco. Ai postumi ci vide lunghissimo dato che il pezzo fu uno dei grandi successo degli anni Cinquanta ed ebbe lunghissima vita nei vari film del cinema Hollywoodiano.

NOVEMBER RAIN DEI GUNS N’ROSES

Anche questo pezzo non poteva mancare in questa classifica. Fin dalle prime note si inizia subito a sentire il giro di piano, famosissimo, che avrebbe poi reso famoso Axl Rose e la sua band. Va detto che, nonostante sia una band hard rock, la chitarra principale (ovvero quella di Slash) non ha un peso così importante e fondamentale nel pezzo. L’unico momento in cui la sentiamo è durante l’assolo, uno degli assoli più famosi della storia della musica. Quindi, quella chitarra tanto inutile non è, non trovate?



Muse – Butterflies and Hurricanes

L’album Absolution dei Muse, uscito nel 2003, aveva una particolarità. Il pezzo, tratto dal terzo disco della band inglese che mischiava rock e musica elettronica, si intitola Butterflies & Hurricanes e mischia il rock elettronico degli stessi con un mood particolare. Pare che la canzone fosse nata mentre Matthew Bellamy, il fondatore e voce, si trovava in un albergo e avesse voglia di suonare il piano. Secondo Bellamy, quell’assolo di piano prende molto lo stile di Sergej Rachmaninov. I 5 migliori assoli di piano per noi sono questi, i vostri?



Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.