17 January, 2021, 06:11

I 5 peggiori assoli di chitarra mai registrati

Nel corso della storia del Rock, la chitarra si è affermata come protagonista indiscussa dei brani più famosi ed amati da appassionati e non. Si tratta di uno strumento particolarmente affascinante che, nelle mani giuste, ha dato inizio a vere e proprie rivoluzioni socioculturali, a partire dalla musica e dal suo impatto sul contesto in cui si immergeva. Esistono esempi lampanti dell’eclettismo dei migliori chitarristi di tutti i tempi, eppure, anche le menti più brillanti, hanno, talvolta, messo la firma su alcuni lavori discutibili. Esistono assoli entrati a far parte dell’immaginario collettivo per quanto iconici e, altri, che chiunque preferirebbe dimenticare. In questa classifica, abbiamo raccolto alcuni tra i peggiori assoli di chitarra mai registrati.

DragonForce – Body Breakdown

I DragonForce sono particolarmente famosi per i virtuosismi di cui, i loro chitarristi, sono capaci. Quando si pensa alla band, il primo brano a sovvenire spontaneo è Through The Fire And Flames, data la potenza del suo assolo. Molte persone concordano, tuttavia, nell’affermare che, le manifestazioni di stile erudite, nel mondo della musica, possono sfociare facilmente in meri esercizi privi di senso artistico. Non è, comunque, il caso di Body Breakdown. L’assolo finale della canzone è tra i peggiori mai incisi poiché decisamente fuori luogo. Il lick sembra assumere tratti disturbanti, trovandosi eccessivamente fuori contesto, seppur composto da poche note ben eseguite.

Fall Out Boy – Beat It (feat. John Mayer)

Beat It è uno dei brani più evocativi nella straordinaria discografia del Re del Pop, Michael Jackson. La traccia, è stata resa famosa dagli impressionanti interventi di Eddie Van Halen alla chitarra solista. Con la loro reinterpretazione, i Fall Out Boy vollero osservare un tributo a due mostri sacri della musica. Sebbene sia stato eseguito da John Mayer, l’assolo sulla Cover di Beat It dei Fall Out Boy non è per niente avvicinabile all’originale e, sicuramente, farà storcere il naso alla stragrande maggioranza di chi avrà modo di ascoltare la canzone.

The Rolling Stones – Ain’t Too Proud To Beg

I Rolling Stones sono una band amatissima nel panorama Rock Classico. Dei veri e propri giganti della musica che, nonostante abbiano calcato alcuni tra i palchi più prestigiosi di tutto il mondo, continuano a dimostrare di non aver alcuna intenzione di fermarsi, rivelando un’indole stacanovista a dir poco impressionante. Comunque, la carriera degli Stones non è stata tutta rose e fiori e, sebbene abbiano scritto alcune delle pagine più importanti nella storia del Rock, le chitarre di Ain’t Too Proud To Beg non rientrano tra queste, essendo che la traccia contiene uno dei peggiori assoli di chitarra mai registrati.

Korn – Haze

Scritto e registrato in occasione dell’uscita di un videogioco omonimo del 2008, Haze non figura, sicuramente, tra i brani di punta nella discografia di una delle band simbolo del Nu Metal. L’assolo della canzone, tra l’altro, contribuisce profondamente al suo scarso successo, trattandosi di un fraseggio sporco e scomposto, ben poco incisivo.

Slayer – Raining Blood

Raining Blood rappresenta un simbolo indiscusso del Metal di stampo classico. Una traccia aggressiva come poche che, con la sua furia incontrastabile, ha travolto milioni di ascoltatori, appassionandoli al genere. Ciò nonostante, il suo assolo lascia davvero molto a desiderare, essendo caotico ed eccessivamente distorto. Comunque sia, le frasi di Kerry King alla chitarra si sposano con il climax psicotico della traccia, risultando comunque efficaci.

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)