gtag('config', 'UA-102787715-1');

I cinque sottogeneri del Metal più strani di sempre

Nel corso della storia, quello del Metal si è mostrato sempre come un panorama mutevole e particolarmente innovativo. La maggior parte degli artisti che hanno consacrato la propria carriera al genere, hanno stravolto le carte in tavola nel mondo della musica, portando l’industria a modificare i propri asserti ed i propri canoni comparativi. Ad oggi, il Metal è un genere di punta, raccogliendo milioni di appassionati sotto la propria ala; date le numerosissime sfaccettature di cui si compone. I mostri sacri del genere, del resto, vengono considerati gli artisti più influenti sulla scena, avendo spinto migliaia di giovani a seguire le proprie orme. Ad oggi, il Metal pullula di sottogeneri, alcuni di questi, particolarmente strani.

Nella maggior parte dei casi, i sottogeneri del Metal più singolari finiscono per appassionare una nicchia di appassionati abbastanza ristretta, passando spesso sotto il radar degli appassionati medi. Mentre alcuni singolari sottogeneri sono riusciti a trovare il loro spazio nella cultura di massa, grazie al successo di band come gli Alestorm e le Baby Metal, rispettivamente legati al Pirate Metal e al Kawaii Metal, altri sono rimasti nell’ombra per quanto strani siano. Molte persone non credono neanche all’esistenza di generi musicali del genere. In questa classifica, abbiamo raccolto alcuni dei sottogeneri del Metal più strani di tutti i tempi.

5) Progressive Alien Deathcore

Lo Space Rock ha avuto il suo picco negli anni d’oro della psichedelia. Il Progressive Alien Deathcore, però, collima atmosfere ambientali con generi impegnati come il Progressive Deathcore; trattando tematiche letteralmente spaziali. Il Progressive Alien Deathcore ha guadagnato in termini di popolarità nell’ultimo periodo, ma si tratta comunque di uno dei sottogeneri più strani del Metal, visto il climax sci-fi tipico dei brani che appartengono al genere. I riff sono brutalmente aggressivi, ma i testi Progessive Alien Deathcore appaiono come le sceneggiature di film Horror girati nello Spazio.

4) Blackgaze

Il Blackgaze è uno degli ultimi sottogeneri nati nel vasto mondo del Metal. Si tratta essenzialmente della combinazione tra Shoeagaze e Black Metal. I massimi esponenti del genere si trovano in Francia e il loro sound affonda le radici nel Black Metal ambientale proposto da band come Ulver e Summoning. Gruppi come i Deafheaven hanno portato il Blackgaze alla ribalta, rendendolo abbastanza popolare tra gli appassionati.

3) Mongolian/Nomadic Folk Metal

La scena Metal mongola è delle più ferventi. Così come le popolazioni scandinave, anche gli artisti mongoli hanno deciso di coniare un genere aggressivo e brutale, capace di mischiare le sonorità più ricercate dal panorama Metal contemporaneo, con il patrimonio culturale del loro paese. Sebbene l’impatto del Nomadic Folk Metal sulle masse non si sia ancora minimamente affermato, i principali fautori del genere hanno riscosso un buon successo in patria, ispirando numerosi musicisti a consacrare la propria carriera alle stesse sonorità.

2) Latin Metal

La scena musicale latina è delle più ferventi. Il Latin Metal affonda, addirittura, le radici negli anni ’70. Uno dei principali fautori del genere, secondo il critico Robert Christgau, infatti, è niente meno che il Dio della sei corde, Carlos Santana. Il Latin Metal si è sviluppato negli anni d’oro della sua carriera e raccoglie sotto la propria ala band come Puya, Ill Nino ed i Nonpoint; capaci di arrivare in vetta alle classifiche Rock internazionali.

1) Ska Metal

Lo Ska Metal è, essenzialmente, Death Metal combinato con i principali elementi della Ska. Si tratta di uno dei sottogeneri più strani nella storia del Metal e, per questo, viene spesso declassificato, perdendo in termini di credibilità. Gli artisti che hanno consacrato la loro opera al genere, sono dei virtuosi, provenienti solitamente dalla scena Progressive.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal.