Festival Isola di Wight, festival più belli rock

I Festival più belli della musica rock

I momenti più belli della musica rock passano, sicuramente, attraverso storici Festival che hanno fatto la storia. In un Festival che si rispetti e che possa essere definito tale, infatti, non è soltanto la buona musica ad essere il motore del successo, ma anche la condivisione, l’ideale, la passione per ciò che si sta osservando. Non a caso, il Festival di Woodstock non è stato un evento musicale, ma anche un momento ideologico e culturale. Vogliamo, allora, parlarvi dei Festival più belli della storia del rock. 

Festival di Woodstock (1969)

Escludere da una classifica relativa ai migliori Festival rock di sempre il Festival di Woodstock apparirebbe come un errore incredibile, nonostante ne abbiamo parlato praticamente in tutte le salse. Insomma, i tre giorni di musica, pace e amore hanno fatto la storia della musica rock, del movimento hippie e di una cultura rivoluzionaria che nel 1969 trovò il suo apice incredibile.

Tra gli artisti più celebri che furono presenti in quel Festival, nei giorni in cui fu realizzato, troviamo senza dubbio: Santana, Janis Joplin, The Who, Grateful Dead, Joan Baez, Jefferson Airplane e Jimi Hendrix. Tanti sono stati i tentativi di replica di quello splendido Festival, tra cui il famoso Mudstock (il Festival del fango) e, tra dubbi, indiscrezioni e ufficialità, anche il 2019 potrebbe vederne uno. 

Live Aid (1985)

Il concerto del Live Aid può essere considerato come uno dei Festival migliori di sempre nella musica rock, in virtù di numerosissimi fattori che l’hanno portato al successo: innanzitutto, si tenne contemporaneamente in due città e continenti diversi, in modo da coinvolgere gli amanti della musica di tutto il mondo. La buona causa che animò la realizzazione del concerto voluto da Bob Geldof fu il motore del grande successo del Festival.

Il 1985 vide il trionfo della musica rock in tutti i suoi ambiti, attraverso artisti come Queen, David Bowie, U2, Bob Dylan, Led Zeppelin, Madonna, Neil Young, Eric Clapton, Phil Collins e Mick Jagger.

Monterey Pop Festival (1967)

Torniamo indietro nel tempo nel parlare di un Festival che consacrò, ai massimi livelli, Jimi Hendrix. Il concerto al Monterey Pop Festival del 1967 vide, al di là della celebre esibizione di Jimi Hendrix, quella di grandi artisti che hanno portato il Festival al successo.

E’ ovvio, per motivi prettamente mediatici si tende a ricordare l’esibizione di quello che può ritenersi il più grande chitarrista di sempre, anche a causa della sua chitarra che venne incendiata al termine del concerto. Insieme allo statunitense si esibirono, però, anche Otis Redding, Jefferson Airplane, Janis Joplin e Ravi Shankar, oltre che Paul McCartney e Mick Jagger. 

Knebworth (1990)

All’interno di Knebworth Park sono stati tanti i concerti che si sono tenuti e che hanno contribuito a fare la storia del rock, basti pensare all’esibizione degli Oasis nel 1996 che ottenne 2,5 milioni di richieste di biglietti (a fronte di soli 250mila posti disponibili).

Il Festival che citiamo fa, però, riferimento al 1990: gli artisti presenti furono, in quel caso Cliff Richard & The Shadows, Dire Straits, Elton John, Eric Clapton, Genesis, Mark Knopfler, Paul McCartney, Pink Floyd, Robert Plant & Jimmy Page, Status Quo e Tears for Fears.

Isola di Wight (1970)

L’ultimo tra i Festival migliori della musica rock che vale la pena citare è quello all’Isola di Wight, che si tenne nel 1970. La leggendaria performance di Jimi Hendrix in questo concerto ha fatto la storia, tanto che si tende addirittura a dimenticarsi degli altri artisti presenti sul palco, come Doors, Jethro Tull e Miles Davis.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.