gtag('config', 'UA-102787715-1');

I loghi più strani delle band rock

Un logo rappresenta, senza dubbio, una delle componenti fondamentali che merita di essere presa in considerazione di una band, a causa delle sue determinazioni specifiche che permettono di comprendere – in un discorso prettamente comunicativo e di immagine – quale sia la natura e la caratura di una band. Insomma, una delle prime realtà che viene osservata di una formazione è proprio il suo logo e, per questo, molto spesso un logo è oggetto di grande cura stilistica. Esistono casi in cui i loghi sono piuttosto particolari, e passano alla storia per la loro stranezza: ma quali sono i loghi più strani delle band rock? Ne prendiamo in considerazione alcuni all’interno del nostro articolo.

Logo dei Queen

Il primo tra i loghi più strani delle band rock che prendiamo in considerazione è, senza dubbio, quello dei Queen, passato alla storia per il suo significato simbolico che ha portato Freddie Mercury a realizzare un simbolo così tanto emblematico dell’arte della formazione britannica. Il logo è apparso per la prima volta sulla copertina di “A Day at the Races” nel 1976, per poi essere riproposto in altre pubblicazioni più celebri. Ma qual è il significato del logo dei Queen?

Secondo Freddie Mercury, questo simbolo doveva sottolineare tutta l’audacia – mista ad eleganza – che caratterizza l’immagine dei Queen. La Q al centro, ovviamente, non può che rappresentare il nome della band; i leoni rampanti, presenti a destra e sinistra della stessa lettere, sono la rappresentazione simbolica di Roger Taylor e John Deacon, il granchio rappresenta Brian May, mentre le due fate bianche (simbolo della vergine) denotano invece la figura di Freddie Mercury. Il logo si chiude con la fenice, dal significato palese di rinascita e ricostruzione dalle macerie, che sovrasta le altre figure. 

Logo di Scissor Sisters

Per quanto sia emblematico e rappresentativo del gruppo gruppo musicale pop rock/dance statunitense, il logo di Scissor Sisters è sicuramente strano a vedersi, pur essendo incredibilmente esplicativo, essendo visto di primo acchito e non conoscendo la band statunitense, formatasi a New York all’alba del nuovo millennio. Il logo in questione presenta un paio di forbici che, però, al posto delle lame sono accompagnate da due gambe che, emblematicamente, terminano con tacchi a spillo.

Zoso e il logo dei Led Zeppelin

Chiudiamo questa nostra classifica relativa ai loghi più strani di band rock con il logo dei Led Zeppelin, che ha portato convenzionalmente la band ad essere definita come Zoso, soprattutto in occasione del quarto album in studio, il celebre Led Zeppelin IV. In realtà, il simbolo in questione – tratto dal libro del matematico e alchimista Gerolamo Cardano – è solo uno dei quattro simboli che vennero scelti da ognuno dei membri della band. Scelto da da Jimmy Page, Zoso era utilizzato per la rappresentazione di Saturno.

 

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.