gtag('config', 'UA-102787715-1');

Perché Freddie Mercury cantò in playback a Sanremo?

Nel Febbraio del 1984 la televisione italiana ha la fortuna di riprendere e mandare in onda la speciale partecipazione dei Queen al Festival della Canzone Italiana. Freddie Mercury, Brian May, Roger Taylor e John Deacon salgono sul palco dell’Ariston pronti ad incantare Sanremo. Ma, come è ormai noto, il cantante britannico è costretto a cantare in playback. Scopriamo in questo articolo la motivazione dietro quella controversa decisione.

QUEEN, IL RITORNO E I GRANDI CONCERTI DEGLI ANNI ’80

Nel 1983 i Queen erano tornati in studio di registrazione, dopo essersi dedicati ai propri progetti solisti, pronti a lavorare al nuovo disco. Il 23 Gennaio del 1984 pubblicano il singolo Radio Ga Ga, destinato a diventare una delle hit più conosciute e di successo di Freddie Mercury e soci. Il 27 Febbraio successivo, viene rilasciato invece l’album The Works.

Tra i brani di maggiore popolarità della tracklist troviamo I Want to Break Free. Alla canzone è anche legato l’aneddoto sul video musicale ideato da Roger Taylor. Negli Stati Uniti infatti la clip venne ritenuta di cattivo gusto e censurata dalle televisioni. Nell’anno successivo, due grandi eventi musicali contribuiscono a sedimentare per sempre il mito dei Queen. Il primo il Rock in Rio che vede la partecipazione anche di AC/DC e Iron Maiden. Il secondo il leggendario Live Aid del 1985, ripreso anche nel biopic musicale Bohemian Rhapsody.

THE WORKS, IN VETTA ALLE CLASSIFICHE IN ITALIA

L’album The Works, pubblicato nel Febbraio del 1984, si aggiudicò solamente la seconda posizione nella classifiche del Regno Unito. In altri 19 paesi invece – tra i quali Stati Uniti e Italia – si posizionò nettamente alla vetta.

Il Bel Paese è legato a doppio filo alle vicende di The Works e dei Queen in quell’anno, dato che Freddie Mercury e soci vennero invitati come ospiti d’eccezione al Festival di Sanremo.

FREDDIE MERCURY E L’OBBLIGO DI CANTARE IN PLAYBACK

Il Festival di Sanremo ha una lunga storia di grandi partecipazioni e volti noti del mondo della musica internazionale. Tuttavia una delle apparizioni più leggendarie e iconiche è stata sicuramente quella dei Queen nel 1984. Freddie Mercury, John Deacon, Brian May e Roger Taylor salgono sul palco dell’Ariston per presentare il loro nuovo singolo Radio Ga Ga. Ma quello che sarebbe potuto diventare un momento epico per la televisione italiana, si risolve in un vero e proprio disastro.

Il cantante di Bohemian Rhapsody viene infatti costretto a cantare in playback. Ma per quale motivo? La politica della RAI dell’epoca imponeva a tutti gli artisti questa condizione. La scelta era probabilmente giustificata dal fatto di non avere abbastanza tempo per regolare i volumi degli strumenti, nel caso degli ospiti che venivano inseriti tra un concorrente e l’altro. Oltre a questo, è utile considerare che si eliminava il problema di avere tecnici del suono e fonici in giro e si evitavano le brutte figure dovute alle stonature. Un’eventualità che sicuramente non avrebbe riguardato Freddie Mercury!

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.