gtag('config', 'UA-102787715-1');

I migliori album rock italiani degli anni ’70

Quali sono i migliori album rock italiani degli anni ’70? È piuttosto difficile fare una lista e sceglierne 5, ma anche questa volta, come moltissime altre volte, ci proviamo. Il primo che andiamo a inserire è Uomo di Pezza del 1972 del gruppo progressive rock italiano Le Orme. Si tratta di un disco particolarmente interessante e importante per la presenza imperante del sintetizzatore, strumento elettronico che non era così presente in un disco italiano dell’epoca. L’album è incentrato su questa immagine particolare: un uomo “di pezza” che rimane fisso, immobile, davanti a una donna. È davvero uno dei migliori concept album della musica italiana.

Mio fratello è figlio unico di Rino Gaetano

Siamo nel 1976 e Rino Gaetano, uno dei cantautori più sottovalutati di sempre nel panorama musicale italiano, butta fuori questo splendido disco. Già il fatto che l’edizione in vinile non aveva all’interno i testi dei brani, bensì dei monologhi di Rino Gaetano composti da lui stesso era qualcosa di particolare. Il filo conduttore, o fil Rouge, dell’intero disco è il disagio e l’emarginazione che i giovani e gli adulti provavano negli anni Settanta. Fu effettivamente un periodo difficile per la storia dell’Italia, in seguito alle proteste del 1968 nel Belpaese e nel mondo, oltre che una situazione politica non certo semplice.

Storia di un minuto della Premiata Forneria Marconi

La Premiata Forneria Marconi capitanata da Franco Mussida e Franz Di Cioccio ne ha buttati fuori di dischi celebri e ottimi negli anni Settanta, e non solo, ma questo è il migliore. Ci sono diverse ragioni per dire che questo disco del 1972 è il loro disco più bello e uno dei più incredibili degli anni Settanta. Uno dei motivi principali è il fatto che in questo album c’è la canzone più famosa del gruppo, ovvero Impressioni di Settembre, uno dei brani più incredibili e significativi del rock italiano. Già questo basterebbe.

Parsifal dei Pooh

I Pooh sono considerati da molti come i Pink Floyd e i Genesis italiani e in effetti ci sono alcuni punti in comune. Con questo disco del 1973, la band si staccò definitivamente dalle atmosfere più giovani e dai temi adolescenziali a cui era legata prima. La band di Roby Facchinetti decise di prendere in considerazione l’idea di fare il lato B completamente strumentale e Dodi Battaglia, il virtuoso chitarrista, fu assolutamente d’accordo. Alla fine non se ne fece nulla, ma le atmosfere wagneriane del ciclo bretone vennero tenute e ne uscì un disco ottimo. I Pooh continuarono da lì a macinare successi discografici a pioggia fino alla fine della loro carriera qualche anno fa.

Svalutation di Adriano Celentano

Non poteva infine mancare il Molleggiato, ovvero Adriano Celentano, in questa lista dei migliori album rock italiani degli anni ’70. Qui non parliamo di un disco progressive, ma di un album che unisce la musica leggera italiana con il rock n’roll americano, prendendo l’ispirazione dal grande Elvis Presley. L’album venne lanciato dalla canzone omonima Svalutation dal fortissimo senso politico e che ancora oggi viene ricordata come una delle canzoni più famose e importanti di Adriano Celentano.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.