gtag('config', 'UA-102787715-1');

I migliori momenti del Rock in Italia

Il nostro paese presenta una tradizione straordinaria. Sono ben pochi i luoghi nel mondo che possono vantare un patrimonio storico e culturale come quello nostrano. Dalle cime delle Alpi alle isole, l’Italia offre, da sempre, scorci artistici memorabili, invidiatici in tutto il mondo. Nell’universo musicale internazionale, però, il territorio italiano è stato, per lungo tempo, al centro di accese controversie. Le tematiche sulle quali si sono incentrati i numerosi dibattiti che hanno visto l’Italia come protagonista, soprattutto negli anni d’oro del Rock, sono delle più disparate.

Come non dimenticare, del resto, i numerosi tumulti e le rivolte che costrinsero grandi nomi della musica internazionale, come i Led Zeppelin, ad eliminare l’Italia dalle mete dei propri concerti. Eppure, al di la di tutto, anche per quanto riguarda la musica, l’Italia custodisce sotto la sua ala alcuni artisti di spicco del panorama mondiale che hanno consacrato la propria opera all’eternità divenendo immortali. Inoltre, nel corso degli anni, il territorio italiano è stato rivalutato, tornando protagonista della scena musicale internazionale e dell’universo live. In questo articolo, abbiamo deciso di focalizzarci sul territorio nostrano, indicando alcuni tra i migliori momenti della storia del Rock che hanno avuto come sfondo l’Italia.

5) Pink Floyd a Pompei

Il leggendario film documentario che ritrae i Pink Floyd intenti a suonare alcuni dei loro più grandi classici circondati da uno scenario suggestivo come quello offerto dal sito archeologico di Pompei, è entrato a far parte dell’immaginario collettivo italiano come un momento di massimo lustro per gli appassionati di musica Rock nostrani. Rivedere le sequenze che mostrano i quattro Pink Floyd alle prese con brani intramontabili come Echoes al cospetto di un sito che custodisce un patrimonio culturale inestimabile rappresenta, ancora oggi, un’esperienza particolarmente suggestiva.

4) AC/DC a Imola

Quello degli AC/DC a Imola il 9 luglio del 2015, fu un concerto entrato, in men che non si dica, negli annali dei momenti più importanti per l’Italia nella storia del Rock. Le atmosfere respirate durante il live furono straordinariamente adrenaliniche. Nulla fu lasciato al caso e, in effetti, tutto apparì semplicemente perfetto. I biglietti andarono esauriti praticamente subito e il pubblico italiano non lasciò affatto la band delusa in quanto ad esaltazione e fermento. Il marchio di fabbrica del Rock N’Roll degli AC/DC non perse smalto in quell’occasione, dimostrando che le figure di Chris Slade e Stevie Young fossero più che degne di sostituire Phil Rudd ed il compianto Malcolm, all’epoca troppo debilitato per affrontare un tour mondiale da quaranta date.

3) Rockin’1000

Nato per volontà di Fabio Zaffagnini, il Rockin’1000 è un supergruppo musicale formato da musicisti provenienti da tutto il mondo, riuniti da una grande passione. Il Rockin’1000 nacque proprio in Italia, nel 2014, per spingere i Foo Fighters ad esibirsi dal vivo a Cesena. Ad oggi, Rockin’1000 rappresenta un punto di riferimento in quanto società di consulenza ed organizzazione di eventi musicali. La prima esecuzione di massa per il Rockin’1000 avvenne sulle note di Learn To Fly. Dopodiché, i 1000 hanno proposto versioni straordinarie di grandi classici del Rock dal vivo fino al 2019.

2) Giugno 1965, i Beatles arrivano in Italia

La prima ed unica tournée italiana dei Beatles iniziò nel pomeriggio del 24 giugno del 1965. I Fab Four si esibirono al Velodromo Vigorelli di Milano, per poi spostarsi al Palazzo dello Sport della Fiera del Mare di Genova. Tra il 27 e 28 giugno, i Fab Four arrivarono al Teatro Adriano di Roma. I concerti dei Fab Four seguivano scalette snelle da circa mezz’ora, con un’esibizione al pomeriggio ed un’altra serale. In tutto il mondo, la Beatlemania era diventata un fenomeno imperversante.

Dopo aver mandato in visibilio gli Stati Uniti, il quartetto di Liverpool credette di replicare l’impresa in un’Italia non ancora pronta alle innovazioni artistico-musicali da loro proposte. Quello dei Beatles in Italia fu un insuccesso, dettato dal profondo tradizionalismo di un paese, al tempo, poco avvezzo alle rivoluzioni soniche in atto in tutto il resto del mondo. In ogni caso, l’anno seguente, i Beatles diedero addio ai palchi; non sarebbero mai più tornati nel Bel Paese.

1) Pink Floyd a Venezia

Pur portando con sé una moltitudine di aspre controversie, il Live dei Pink Floyd a Venezia viene ricordato, all’unanimità, come uno dei momenti più importanti per la storia del Rock e, di sicuro come uno dei più grandi momenti culturali per l’Italia. Inizialmente, il Live venne intitolato Pink Floyd: Un Concerto per l’Europa e fu trasmesso in mondovisione. Il concerto dei Pink Floyd a Venezia faceva parte della penultima esibizione del loro A Momentary Lapse Of Reason Tour. Era il 15 luglio del 1989 e, per i presenti, quella fu una notte meravigliosa quanto indimenticabile.

 

 

 

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)