gtag('config', 'UA-102787715-1');

I momenti più spaventosi nella storia di Rock e Metal

Il Rock e, ancor più il Metal, sono sempre stati circondati da un fitto alone di affascinante mistero. Ciò che, del resto, ha reso iconici i generi, è stato proprio l’ammontare di aneddoti che hanno visto come protagonisti i propri massimi esponenti, al di la degli aspetti strettamente musicali. Le figure immense che hanno rivestito di brillantezza il Rock e il Metal, del resto, sono spesso stati al centro di aneddoti di natura controversa che hanno, inevitabilmente, accresciuto la curiosità di un pubblico sempre maggiore. Alcuni dei momenti riguardanti i grandi nomi del Rock e del Metal, potrebbero essere definiti spaventosi, per i propri caratteri peculiari. Quanto accaduto ai più grandi artisti dei due generi, del resto, ha sempre avuto dell’incredibile, arrivando a porli al centro di accesi turbini mediatici. In questa classifica, abbiamo deciso di elencare alcuni dei momenti più spaventosi e terrificanti nella storia di Rock e Metal.

I Black Sabbath suonarono in un castello infestato dai fantasmi

I Black Sabbath sono, sin dai loro albori, protagonisti di misteri particolarmente oscuri. La loro opera è interamente avvolta nel mistero, essendo considerati i padri dell’Heavy Metal. Ciò che accadde alla band prima di incidere Sabbath Bloody Sabbath, però, toccò i limiti del sovrannaturale. La band si riunì al castello di Clearwell a Gloucestershire, per provare alcuni brani nel seminterrato. Apparentemente, il gruppo non era solo. Il chitarrista Tony Iommi ricordò di aver avvistato una figura oscura nei sotterranei una notte. Qualsiasi cosa fosse, sembrò sparire improvvisamente, secondo quanto ricordato da Iommi. Sembrerebbe che il giorno dopo, i due chiesero spiegazioni ai proprietari del castello, che rivelarono fosse infestato dai fantasmi.

Alice Cooper, Joe Perry e le misteriose sparizioni nella casa di The Amityville Horror

Nel corso della sua vita, all’insegna degli eccessi più estremi, Alice Cooper ha assistito ad alcuni eventi dalle fattispecie stupefacenti. Quanto accadutogli quando stava lavorando su del materiale insieme al chitarrista degli Aerosmith, Joe Perry, però, fu una delle sue esperienze più scioccanti. L’artista convisse con Perry per qualche tempo in una vecchia casa a New York in cui gli oggetti sembravano sparire tutte le notti. Sembrerebbe che una sera, i due fossero stati disturbati dal rumore incessante di mobili in movimento. Più tardi, Cooper avrebbe scoperto che quella casa fosse stata il set di un film Horror. In quell’occasione, Alice e Joe divennero i protagonisti di uno dei momenti più spaventosi nella storia di Rock e Metal.

Quando gli Slipknot incisero nella casa di Houdini

Sono innumerevoli le band che affermano di aver vissuto esperienze sovrannaturali nella casa di Los Angeles da molti considerata come la residenza di Houdini. Dai Red Hot Chili Peppers ai System Of A Down. La maggior parte dei grandi nomi del Rock e del Metal, hanno sperimentato sulla propria pelle cosa significasse vivere in una casa infestata. Sembrerebbe, però, che a toccare l’apice del paranormale, siano stati gli Slipknot che, in quella casa, incisero Vol.3: (The Subliminal Verses). A detta dei membri del gruppo, sembrerebbe ci fosse stata una zona fisicamente inaccessibile della casa e che la porta della camera di Joey Jordison sbattesse ogni mattina alle 9. Nel suo libro intitolato A Funny Thing Happened On The Way To Heaven, Taylor ha ricordato di un uomo in smoking che entrò in bagno mentre lo occupava, cominciando a guardarlo con insistenza.

Marilyn Manson e il Satanismo

Nel corso di un’intervista rilasciata per Celebrity Ghost Stories, Marilyn Manson ha ricordato di essere stato vittima di bullismo a circa quindici anni e che il suo carnefice gli avesse mostrato un altare dedicato a Satana, costruito con carcasse di piccioni e conigli. Il giovane Manson venne costretto dal bullo e da suo fratello a leggere alcuni versi sinistri tratti da un libro. Ovviamente, si trattò di uno scherzo, ma l’adolescente rimase scioccato da quanto accaduto, per quanto realistico potesse essere stato.

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)