gtag('config', 'UA-102787715-1');

I segreti dietro le iconiche copertine di Andy Warhol

Andy Warhol, al secolo Andrew Warhol Jr, è stato uno dei personaggi più influenti del ventesimo secolo. Non dobbiamo, però, pensare a Warhol solo come il re della pop art: si tratta, infatti, di un artista eclettico e completo, capace di spaziare dalla pittura alla scultura, passando per la fotografia e la musica. Andy Warhol, infatti, ha realizzato alcune delle più belle e originali copertine degli album di sempre.

The Velvet Underground & Nico – Velvet Underground

The Velvet Underground & Nico è probabilmente una delle sue copertine più celebri. Il disco, conosciuto anche come ‘banana album’ per via della raffigurazione di una banana sullo sfondo della copertina, è il primo lavoro discografico dei Velvet Undergound. Il contributo di Andy Warhol è stato fondamentale non solo per quanto riguarda la cover dell’album, ma anche e soprattutto per quanto concerne la produzione dello stesso. È curioso notare, inoltre, che sulla copertina dell’album non compare né il nome del gruppo, né quello della casa discografica, ma solo la firma di Andy Warhol.

Menlove Avenue – John Lennon

Menlove Avenue è il secondo album postumo di John Lennon e, anche in questo caso, il contributo di Warhol è stato estremamente fondamentale. In questo disco, pubblicato nel 1986 grazie a Yoko Ono, Warhol non utilizza metafore o allusioni: si limita “semplicemente” a raffigurare l’autore dell’album in primo piano. E, a differenza del lavoro con i Velvet Underground, questa cover non presenta alcuna firma dell’artista.

Sticky Fingers – Rolling Stones

La copertina dell’album Sticky Fingers, pubblicato il 23 aprile del 1971 dai Rolling Stones, è una delle più belle di sempre e, ovviamente, non poteva che portare la firma dell’iconico Andy Warhol. La cover del disco, sfacciata e sarcastica, raffigura infatti un paio di jeans con un evidente rigonfiamento all’altezza dei genitali. E, senza ombra di dubbio, la copertina di Sticky Fingers è una delle più belle, allusive e ironiche di sempre!

Aretha – Aretha Franklin

Andy Warhol nella sua lunga e prolifica carriera non si è interessato solo di rock: ha prodotto, infatti, la copertina di un album di Aretha Franklin. Per l’album “Aretha”, pubblicato dall’artista soul statunitense nel 1986, Warhol pensò bene di raffigurare la regina del soul in primo piano. Grazie a questo iconico scatto Andy è riuscito a catturare tutta la bellezza di Aretha e a renderla ancora più interessante grazie all’aggiunta di colori vivaci.

Love You Lie – Rolling Stones

E, ultimo ma non per minor importanza, Love You Lie. La cover di questo doppio album, pubblicato nel 1977 dai Rolling Stones, è stato curata ancora una volta dal mitico Andy Warhol. La copertina dell’album rappresenta i membri dei Rolling Stones in procinto di mangiarsi l’un l’altro e, in questo caso, l’influenza della pop art è molto più marcata rispetto a tutti i lavori precedenti.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)