Il debutto della nuova band di Robert Plant

L’ex voce dei Led Zeppelin ha esordito lo scorso 25 gennaio con un nuovo progetto musicale durante un concerto a sorpresa che ha avuto luogo nello Shopshire, in Inghilterra. La nuova band di Robert Plant si chiama Saving Grace e vede Robert Plant alla voce e all’armonica, Suzi Dian alla voce, Tony Kelsey a mandolino e chitarre, Matt Worley a banjo e chitarre e Oli Jefferson alle percussioni.

La nuova band di Robert Plant : i Saving Grace

Il concerto dei Saving Grace si è tenuto allo SpArc Theatre di Bishops Castle, dove la nuova band di Robert Plant si è esibita col supporto di The Beez Neez. La location, molto intima, è stata scelta da Plant per sottolineare l’importanza di questi piccoli luoghi di musica, arte e cultura per le comunità inglesi.

Al momento non ci sono purtroppo video del live, ma la loro musica è stata descritta dal locale con un post su Facebook come “sublime, rilassante e blues, con influenze orientali e folk” e ancora “ispirata dal paesaggio da sogno delle Marche Gallesi”.

Robert Plant oggi

Plant e i Saving Grace supporteranno il tour dei Fairport Convention i prossimi 14, 16 e 22 febbraio. Non è ben chiaro però se questa formazione sia solo temporanea: dal 2012 la leggenda del rock è infatti in attività con i Sensational Space Shifters, con cui si è esibito anche in Italia, al Milano Summer Festival del 2018.

Nel 2017 Plant aveva pubblicato il suo undicesimo album in studio, Carry Fire, accompagnato dai Sensational Space Shifters. Riguardo al disco Robert aveva dichiarato: “Parte tutto dall’intenzione di creare sempre nuovo materiale, pur continuando ad amare e rispettare ciò che ho fatto in passato. Mi piace ogni volta mescolare ‘il vecchio’ col ‘nuovo’. Di conseguenza, l’intero impeto della band si è spostato e il nuovo suono lascia terreno a drammatici ed eccitanti paesaggi emotivi, melodici e strumentali”.

La reunion coi Led Zeppelin

Il percorso di Plant da solista è durato molto di più di quello con la sua band storica. Nonostante questo,  è da circa quarant’anni che l’ex Led Zeppelin si sente chiedere informazioni riguardo a una possibile reunion. Sono in tanti a sperare nel ritorno di Robert Plant insieme a Jimmy Page e John Paul Jones.

Tante speculazioni erano state fatte soprattutto in occasione dei 50 anni dalla fondazione della band, ma le ipotesi sono state puntualmente smentite. Plant è sempre stato molto chiaro a riguardo: il momento d’oro dei Led Zeppelin è finito, non ha senso fingersi immortali e abbandonarsi alla nostalgia. Per questo motivo da anni Plant si dedica ad esplorare nuovi orizzonti musicali, collaborando con diversi musicisti e confrontandosi con generi diversi. La possibilità di rivedere il trio live è quindi improbabile, ma tra libri e ristampe, non mancano di certo le iniziative per celebrarli.

Share

Alice Lonardi, classe 1995, laureata in Lingue e Letterature Straniere con specializzazione in Arts Management a Londra. Amante dell'arte in tutte le sue forme: dalla musica, al cinema alla letteratura. Assidua frequentatrice di concerti e in particolare appassionata di pop-punk, post-hardcore e metal. Bassista, pianista, a volte fotografa. Articolista e aspirante giornalista e critica musicale. (alicelonardi@yahoo.it)