gtag('config', 'UA-102787715-1');

Il mistero della morte di Freddie Mercury

Tutti sanno che il 24 novembre del 1991 Freddie Mercury ha trovato la morte, per una polmonite che è stata la conseguenza delle grandi atrocità che il leader dei Queen provava a causa della sua malattia. Insomma, non si hanno certamente dubbi sulla natura della morte del britannico, che ha sofferto tantissimo e ha cercato di lottare fino alla fine, decidendo liberamente di smettere di curarsi e accettando con serenità quale fosse il suo destino. In un’ottica di questo tipo, però, non manca il mistero: che Freddie Mercury abbia programmato la sua morte o che sapesse perfettamente quando doveva morire? Cerchiamo di chiarirvi tutto all’interno del nostro articolo.

Le dichiarazioni di Freddie Mercury sull’AIDS

«In seguito alle disparate congetture diffuse dalla stampa nelle ultime due settimane, desidero confermare che sono risultato sieropositivo e di aver contratto l’AIDS. Ho ritenuto opportuno tenere privata questa informazione fino a oggi per proteggere la privacy di quanti mi circondano. Comunque è giunto il momento di far conoscere la verità ai miei amici e ai miei fan e spero che si uniranno a me, ai miei dottori e a quelli di tutto il mondo nella lotta contro questa terribile malattia.»

E’ con queste parole che, esattamente un giorno prima, la stampa ha diffuso la notizia della malattia di Freddie Mercury. Parole, quelle pronunciate dal leader dei Queen che – diversamente da quanto si crede – non sono state pronunciate un giorno prima della morte di Freddie Mercury, avvenuta il 24 novembre del 1991, ma due giorni prima. Con queste parole Freddie Mercury ha smentito tutto ciò che aveva detto nei mesi e negli anni precedenti, in cui molti avevano già pensato potesse essere preda di una malattia.

Freddie Mercury ha scelto quando morire?

Se è vero che l’annuncio è stato dato il 22 novembre del 1991 e che la morte è arrivata soltanto due giorni dopo, manca ancora un tassello che possa far parlare di mistero relativo alla morte di Freddie Mercury: quello della “programmazione” della sua morte. Secondo le voci che si sono sviluppate a seguito delle dichiarazioni di Peter Freenstone, Freddie Mercury aveva accettato la sua condizione fisica, e aveva deciso di morire rinunciando alle cure a cui si sottoponeva, e che lo portavano soltanto a prolungare il suo stato di malattia.

Nello specifico, secondo Peter Freenstone è stato il leader dei Queen che ha scelto quando morire: “Aveva deciso di morire dopo che – il 10 Novembre 1991 – aveva smesso di assumere le medicine che lo stavano mantenendo in vita. L’AIDS aveva cancellato ogni autonomia di Freddie, è stato il suo modo di riprendere il controllo della sua esistenza”.

La tranquillità di Freddie Mercury dopo il suo annuncio

Allo stesso tempo, dopo aver dato alla stampa il suo annuncio di avere l’AIDS, Freddie Mercury ha provato una tranquillità e una serenità interiore che l’ha portato a lasciarsi andare. In altre parole, è come se il leader dei Queen avesse compreso perfettamente di essere vicinissimo alla morte, e avesse deciso di dichiarare – prima che la notizia venisse diffusa – la sua condizione.

Ancora una volta è stato Peter Freenstone a parlarne: “Da quel momento Freddie è cambiato totalmente – ha continuato a raccontare Freestone – […] In tutti quegli anni non avevo mai visto Freddie così rilassato. Non c’erano più segreti. Non si nascondeva più”.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.