Tool, esordi della band

Il primo terrificante live dei Tool (VIDEO)

Riflettori puntati sui Tool, dopo che la band ha – dopo 13 anni – pubblicato il suo nuovo singolo, Fear Inoculum (di cui abbiamo realizzato una recensione che potete leggere qui), a cui seguirà la pubblicazione del nuovo album in studio, prevista per il 30 agosto 2019. Com’è giusto che sia, il ritorno sulle scene dei Tool ha provocato un’onda mediatica dalle dimensioni travolgenti, che sta investendo anche coloro che della formazione non sono fan. Noi cerchiamo di tornare indietro nel tempo, attraverso l’analisi delle origini della band statunitense: ecco l’incredibile e terrificante primo live dei Tool.

Il primo live dei Tool

Capita molto spesso di vedere gli esordi di una formazione e confrontarli con i più grandi successi di quella stessa; notare l’evoluzione di una band è sempre qualcosa di emozionante, dal momento che si può comprendere come anche la perfezione non si sia generata dal nulla, ma sia stata frutto di una continua e costante evoluzione, che ha portato una formazione ad eccellere nel corso della propria storia.

Ebbene, questo discorso non vale per i Tool: la band statunitense che ha sempre fatto della propria carriera una rottura degli schemi e un qualcosa di anticonvenzionale non ha certamente avuto un esordio semplice da intendere, con quelle sbavature o imperfezioni che caratterizzano i primi live di una band. Il primo concerto dei Tool – di cui da poco si sa qualcosa grazie alle pubblicazioni recenti – è stato un rabbioso spettacolo punk, che stupisce gli attuali fan dei Tool in quanto la musica concepita e realizzata, così come l’animo della band, è completamente diversa da ciò che si ascolta e apprezza oggi.

Che cosa pensano i Tool del loro nuovo album in studio

“Molte persone potrebbero non capire questo album, perché serve attenzione per apprezzarlo. Se non hai la pazienza di ascoltarlo attentamente, probabilmente non ti piacerà”: sono queste le dichiarazioni di Maynard Keenan dei Tool, in merito al nuovo album in studio dei Tool, che vedrà la pubblicazione il 30 agosto 2019.

Il singolo Fear Inoculum, in effetti, ha già generato diverse divisioni tra i fan dei Tool e gli estimatori della band statunitense: in molti hanno considerato la canzone come uno dei migliori prodotti – se non il migliore – di tutta la discografia della band, mentre in molti hanno sottolineato la mancanza di un’anima nel grande tecnicismo artistico che fa struttura del pezzo. E voi, da che parte state? Che cosa ne pensate di Fear Inoculum?

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.