gtag('config', 'UA-102787715-1');

Iron Maiden, cosa ne pensano Paul McCartney e Johnny Cash della band

Non è cosa rara che – nel mondo della musica e del rock – i musicisti parlino gli uni degli altri. Che sia per denigrare o per elogiare, sembra impossibile mettere a tacere le voci che circolano da una parte all’altra dell’ambiente artistico. In una recente intervista per Talk is Jericho ad esempio, il chitarrista degli Iron MaidenAdrian Smith – ha condiviso un interessante aneddoto che coinvolge Johnny Cash e il bassista dei Beatles, Paul McCartney.

ADRIAN SMITH, VITA E CARRIERA NEGLI IRON MAIDEN

Prima di entrare negli Iron Maiden, Adrian Smith fonda nel 1972 – assieme all’amico d’infanzia Dave Murray – la band Evil Ways. La formazione avrà vita breve perché – ben presto – Murray andrà a suonare con i Maiden. Smith invece – dopo aver riscosso un discreto successo assieme a formazioni minori – farà un salto di carriera nel 1980, quando Dennis Stratton uscirà dalla band heavy metal. In quell’anno – dietro richiesta di Murray -Smith entra negli Iron Maiden.

Il chitarrista rimane nel gruppo per dieci anni, fino ad uscirne dopo il tour per Seventh Son of a Seventh Son. Nel 1994 inizia a collaborare al progetto solista di Bruce Dickinson, che aveva lasciato a sua volta gli Iron Maiden nel 1994. Ma appena cinque anni dopo avverrà il ritorno finale, con la ricostituzione della formazione di Seventh Son – con l’aggiunta di Janick Gers, suo sostituto dal 1990.

IRON MAIDEN, L’INTERVISTA AD ADRIAN SMITH SU JOHNNY CASH E PAUL MCCARTNEY

Ai microfoni di Talk is Jericho, il chitarrista degli Iron Maiden, Adrian Smith, ha svelato i curiosi commenti sulla band fatti da altri nomi eccezionali del panorama musicale. “Dave Murray mi ha detto di aver incontrato Paul McCartney – ha esordito Smith – e che la cosa principale che ha detto è stata “Che fortuna, i miei figli hanno le foto degli Iron Maiden”. L’ex bassista dei Beatles ha dunque dimostrato grande apprezzamento nei confronti della band di Bruce Dickinson e soci.

“Johnny Cash ha detto qualcosa di molto simile voglio dire, quanto è strano?” ha riflettuto Adrian Smith. Il chitarrista ha poi proseguito, con una storia che ha visto la band coinvolta in primo piano assieme al grande cantautore americano.

IRON MAIDEN, QUELLA VOLTA CHE JOHNNY CASH SI PRESENTO’ NEL BACKSTAGE

“Johnny Cash si è presentato anche ad un nostro soundcheck una volta – ha svelato Smithstavamo facendo il soundcheck in questo club, e dal nulla si è avvicinata questa persona in un lungo cappotto scuro. Sono rimasto sul palco a suonare Wrathchild o qualcosa del genere, ma dentro di me pensavo “Mio dio, quello è Johnny Cash”. 

“Alla fine, abbiamo finito il soundcheck, siamo andati nei camerini ed è arrivato anche lui – ricorda, ancora sbalordito, il chitarrista degli Iron MaidenUna persona adorabile, con una vitalità semplicemente straordinaria. Per di più, era con la sua band, e mi ha detto “I miei nipoti vi amano ragazzi”. Ovviamente mi sono fatto fare un autografo” conclude ridendo Adrian Smith. Ricordi davvero preziosi, quelli in cui le strade di Paul McCartney, Johnny Cash e gli Iron Maiden si sono incrociate. A dimostrazione che la musica non ha davvero confini.

 

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.