gtag('config', 'UA-102787715-1');

Iron Maiden, Bruce Dickinson: “Questo è il motivo per il quale suoniamo ancora”

Gli Iron Maiden sono un gruppo heavy metal britannico, in circolazione dal 1975. La band vede la luce in quell’anno per iniziativa del bassista Steve Harris e negli anni è diventata una delle più iconiche e influenti del genere. In una recente intervista per PBS, il cantante Bruce Dickinson ha spiegato il segreto della loro longevità e la ricetta del successo degli Iron Maiden.

IRON MAIDEN, L’ALBUM DI DEBUTTO E L’INGRESSO DI BRUCE DICKINSON IN FORMAZIONE

Gli Iron Maiden debuttano sulle scene musicali con l’album omonimo del 1980 – diventando in breve tempo una delle formazioni più influenti e rappresentative dell’heavy metal. Poco dopo l’uscita del secondo album però – il cantante Paul Di’Anno viene rimpiazzato da Bruce Dickinson. Nel 1982 – assieme al nuovo frontman – i Maiden rilasciano uno dei loro dischi più famosi: The Number of the Beast. Da quel momento il loro successo sarà indiscusso e incrollabile per tutti gli anni ’80.

I CAMBIAMENTI IN FORMAZIONE NEL CORSO DEGLI ANNI ’90: DA BRUCE DICKINSON A BLAZE BAYLEY E RITORNO

Fino al 1990 la formazione degli Iron Maiden rimase inalterata. Ma – la pubblicazione di Fear of the Dark, nel 1992 – segnò l’uscita di scena proprio di Bruce Dickinson alla voce. I restanti membri assoldarono Blaze Bayley, con il quale tuttavia non riuscirono a creare la chimica che speravano. Nel 1999 Dickinson fu richiamato nel gruppo  – permettendo agli Iron Maiden di recuperare la grossa fetta di fan che avevano perso durante l’era Bayley.

BRUCE DICKINSON, ECCO QUAL E’ IL SEGRETO DEL SUCCESSO DEGLI IRON MAIDEN

In una recente intervista per PBS, Bruce Dickinson – cantautore, scrittore, conduttore radiofonico e attuale frontman degli Iron Maiden – ha svelato il segreto del successo della band britannica. La formazione infatti – nonostante vari alti e bassi e numerosi cambi di formazione – è riuscita a sopravvivere fino ad oggi, toccando le vette di un successo mondiale.

“Innanzitutto non ci alleiamo ai media e non facciamo parte dei club delle celebrità. – ha esordito il cantante – Se siamo arrivati ad avere una certa notorietà è perché abbiamo effettivamente fatto qualcosa di buono e non una plastica facciale e cose del genere”. 

IRON MAIDEN, PERCHE’ SONO SOPRAVVISSUTI FINO AD OGGI?

Bruce Dickinson – iconico e intramontabile frontman degli Iron Maiden – ha dato la sua personale spiegazione della longevità della formazione. “Non siamo diventati famosi solo per il gusto di esserlo. Facciamo quello che diciamo e lo facciamo con integrità – conferma il cantante – Giriamo molto in tour. […] Inoltre coinvolgiamo il più possibile il nostro pubblico che è in continuo aumento”.

“Negli anni ’80 facevano uno show nella zona di New York, forse due – continua Bruce Dickinson ai microfoni di PBSOra ne facciamo quattro, quindi siamo raddoppiati come dimensioni. Siamo una band di fama mondiale”. Il cantante degli Iron Maiden è soddisfatto nel constatare che – la fan base della band – non conosce limiti d’età né di generazione. “I nostri fan sono come il legno compensato. Ad ogni generazione corrisponde uno strato e tutti gli strati si uniscono tra loro” conclude Bruce Dickinson.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.