gtag('config', 'UA-102787715-1');

Jimi Hendrix: perchè il chitarrista statunitense suonò di lunedì a Woodstock?

Il Festival di Woodstock ha caratterizzato, nell’ambito della carriera di Jimi Hendrix, uno dei momenti più importanti e rappresentativi, oltre che uno di quelli che sia stato in grado di destinare maggior successo al chitarrista statunitense. Eppure, in un primo momento doveva essere completamente differente, sia per programmazione che per orari: perchè Jimi Hendrix si esibì soltanto di lunedì a Woodstock?

Perchè Jimi Hendrix si esibì per ultimo al Festival di Woodstock?

Il Festival di Woodstock di Jimi Hendrix fu dettato da una serie di caratteristiche piuttosto particolari, che hanno portato il chitarrista staunitense ad esibirsi per ultimo nell’ambito della manifestazione musicale e, in secondo luogo, a vivere un’esibizione piuttosto particolare, segnata da una serie di eventi che appassionarono particolarmente il pubblico presente al concerto, per quanto decimato dopo aver abbandonato la manifestazione al termine della domenica.

Ma perchè Jimi Hendrix si esibì per ultimo al Festival di Woodstock, avendo la possibilità di suonare soltanto di lunedì? Vale la pena sottolineare che non si trattò di una scelta degli organizzatori dei concerti, che avevano previsto un’esibizione di Jimi Hendrix piuttosto “centrale”, in modo che fosse vista e goduta dalla maggior parte degli spettatori. Il chitarrista statunitense ha insistito affinchè fosse l’ultimo ad esibirsi, e ciò ha portato a slittare la sua esibizione particolarmente, dato il grandissimo numero di concerti che l’ha preceduto di domenica.

Il suo show fu, dunque, previsto per la mezzanotte di domenica, ma l’orario sembrava essere poco consono sia data la durata dell’esibizione, sia considerato il momento specifico della serata, che vedeva un gran numero di rientri (soprattutto lavorativi); per questo motivo, la sua esibizione fu riprogrammata per il lunedì, alle nove di mattino, per quanto il pubblico presente fosse sicuramente minore – in termini numerici – rispetto a quello della domenica. L’esibizione si svolse per un totale di circa due ore, e si trattò del più lungo concerto della carriera dello statunitense, dato anche l’ostacolo della corda spezzata durante l’esibizione di Red House. 

La scaletta di Jimi Hendrix al Festival di Woodstock

Considerati i motivi che hanno portato il chitarrista statunitense ad esibirsi soltanto di lunedì al Festival di Woodstock, vogliamo – adesso – sottolineare quale sia stata la scaletta di Jimi Hendrix al Festival di Woodstock, considerando, chiaramente, una lunghezza che risulta essere completamente diversa rispetto a quella della maggior parte degli artisti che si sono esibiti nell’ambito del Festival, dato il ruolo di protagonista dello statunitense. La scaletta in questione è la seguente:

  1. Message to Love
  2. Hear My Train A Comin’
  3. Spanish Castle Magic
  4. Red House
  5. Mastermind (scritta e cantata da Larry Lee)
  6. Lover Man
  7. Foxy Lady
  8. Jam Back at the House
  9. Izabella
  10. Gypsy Woman / Aware of Love
  11. Fire
  12. Voodoo Child (Slight Return) / Stepping Stone
  13. The Star-Spangled Banner
  14. Purple Haze
  15. Woodstock Improvisation / Villanova Junction
  16. Hey Joe
Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.