gtag('config', 'UA-102787715-1');

Jimi Hendrix: l’ultima apparizione pubblica prima della morte

L’ultima apparizione pubblica di Jimi Hendrix

Era il 16 settembre del 1970 quando ci fu l’ultima apparizione pubblica di Jimi Hendrix. L’ambito fu una jam session, realizzata con Eric Burdon e il gruppo War, al Ronnie’s Scott Club di Londra. Di fatto, quella jam fu l’ultimo atto pubblico della vita di Hendrix, poi scomparso tragicamente all’età di 27 anni soltanto due giorni dopo, il 18 settembre.

L’atto è stato stranamente documentato, dal momento che non esistono riprese ufficiali dei momenti e molto è stato anche oggetto di false voci e dicerie che hanno romanzato l’atto ultimo della vita di Hendrix. Esistono, tuttavia, riprese che mostrano i momenti. Si tratta di alcune immagini diffuse a partire dai giorni esattamente successivi alla morte di Jimi Hendrix, che mostrano la jam realizzata con Burdon e la band.

Le ipotesi sulla ripresa della jam session

Inizialmente non si conosceva l’origine della diffusione di questa jam session. Non tanto per il valore delle riprese ma quanto, piuttosto, per l’impatto storico che esse avevano: si trattava delle ultime riprese che si avessero del chitarrista statunitense; le ultime di una sua apparizione pubblica, realizzata anche in maniera piuttosto casuale. In effetti, infatti, la band War decise di realizzare questo momento all’interno del Ronnie’s Scott di Londra senza alcuna premeditazione; all’ultimo momento l’avviso della band, che parlava di questo incontro che ci sarebbe stato nella capitale inglese di lì a breve,

Inizialmente si pensava che le riprese fossero state effettuate dalla stessa troupe dei War; in effetti, la qualità di queste registrazioni è buona è anche l’audio non è danneggiato. Prima della pubblicazione dell’LP bootleg “You Please Crawl out Your Window?”, queste registrazioni rappresentavano l’unico materiale utile di quella esibizione. Secondo le stesse, le canzoni performate nella jam furono Mother Earth e Tobacco Road.

Bill Baker, il fan dei War che registrò la jam

Dopo un po’ di tempo si venne a sapere la verità, attraverso le parole di un giovane fan dei War che si trovò al concerto e che abitava proprio a Londra. Si chiama Bill Baker ed è il fan dei War che registrò la jam, poi diffondendo i filmati i giorni successivi. Non ci fu nessuno scopo di lucro, ma semplicemente la volontà di far vedere a più persone lo spettacolo che lui aveva avuto la fortuna di diffondere. A quella ultima jam di Jimi Hendrix doveva essere presente anche il fratello di Bill Baker; tuttavia, per motivi lavorativi, il fratello decise di non partecipare.

Questo dichiarò, poi, Bill Baker: Ho ascoltato per la prima volta Spill the Wine durante una lunga vacanza in Italia; quando l’ho ascoltato, mi ha completamente sconvolto. Non potevo credere quanto fosse bello, ho anche sentito parlare del festival dell’Isola di Wight ma, sfortunatamente, sono tornato in Inghilterra con una settimana di ritardo. Dopo che sono tornato sono andato a una partita di football del QPR [Queens Park Rangers] con un vecchio amico e mi ha parlato di uno spettacolo gratuito di Eric Burdon e War all’Hyde Park, sabato 12 settembre. Quindi ci sono andato con alcuni compagni, ricordo che anche John Sebastian era sul cartellone… Burdon ha detto al pubblico di assicurarsi di andare agli spettacoli che avrebbero suonato al Ronnie’s Scott la settimana successiva, e di “spaventare tutti quei fanatici del jazz fuori dal luogo”. Così ho deciso che avrei dovuto assistere a uno degli spettacoli e alla fine ho deciso di andare mercoledì sera, il 16.” 

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.