gtag('config', 'UA-102787715-1');

Joe Bonamassa: “Ecco chi è il miglior chitarrista di tutti i tempi”

Nel corso di una recente intervista rilasciata per My Planet Rocks, il leggendario chitarrista Blues, Joe Bonamassa, ha affrontato gli argomenti più disparati, soffermandosi sul chitarrista, a suo dire, migliore di tutti i tempi. In quest’articolo, abbiamo riportato le sue parole. Joe ha nominato diverse leggende della sei corde che, in diversa misura, si sono rivelate fondamentali nella sua vita. Bonamassa ha esordito parlando della sua infanzia e del momento in cui si è avvicinato alla musica: “Sono cresciuto negli anni ’80. Sono nato nel 1977, ma i miei primi ricordi sono iniziati nell’80/81. C’era moltissima musica, ma quando mio padre mise su, per la prima volta, un disco di Eric Clapton, rimasi estasiato. Si trattava di Just One Night; era il 1980”.

Successivamente, il Bluesman ha continuato: “Si trattava di un album live registrato al Capitol Theater di Port Chester, New York o qualcosa del genere (il disco venne inciso durante una performance di Slowhand al Budokan di Tokyo, in Giappone). Quando ascoltai per la prima volta il modo di Clapton di suonare Blues pensai che si trattasse di qualcosa di completamente diverso dalla musica, catturò la mia attenzione immediatamente. Da allora in avanti, ogni volta che ascoltavo Blues mi sembrava di rivivere quel momento. Ancora oggi, quando ascolto Blues, la mia soglia dell’attenzione cresce a dismisura. Le persone che conosco lo trovano divertente, sapendo che riesco a concentrarmi molto poco. Credo significhi qualcosa. Il Blues mi ha avvolto e mi accompagna nel viaggio della vita.

Joe Bonamassa: “Ecco chi è il miglior chitarrista di sempre”

Quando a Joe Bonamassa è stato chiesto chi fosse, a suo avviso, il miglior chitarrista di sempre, l’eroe della sei corde non si è tirato indietro dal nominare un mostro sacro assoluto dello strumento. Joe ha esordito tessendo le lodi di Jeff Beck, dicendo: “Credo che il playing di Jeff Beck provenga al 100% da una dote innata. Riesce a trasporre sullo strumento tutto ciò che ha in mente, condendolo con scariche di adrenalina potentissime. Il suo, è un approccio molto rabbioso. Quando credi che sia giunto al suo punto più alto, riesce a sbalordirti aumentando la posta in gioco, reinventandosi in modo straordinario”.

Dopodiché, l’iconico Bluesman di A Conversation With Alice ha detto: “Per questo motivo, credo che Jeff Beck sia il miglior chitarrista Rock di tutti i tempi. Ha saputo rinnovare e reinventare il suo modo di suonare moltissime volte senza mai perdere la sua identità artistica immensa! Oggi, Jeff non suona come faceva negli anni ’60; la sua chitarra è stata protagonista di ogni decennio, essendo capace di stravolgere le carte in tavola ogni volta che pubblica un nuovo lavoro, proponendo qualcosa capace di rivoluzionare gli standard, per quanto alti, questi, possano essere “.

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)