gtag('config', 'UA-102787715-1');

John Lennon: perché alla gente piace e cos’è il rock

Il rock’n’roll continua ad attirare milioni di nuovi ascoltatori ogni anno, malgrado sia un genere nato più di sessant’anni fa. In molti probabilmente si sono chiesti come ciò sia possibile. Chiunque può provare a rispondere a questa domanda, ma John Lennon era probabilmente tra le persone più qualificate. John aveva i suoi pensieri sul perché il rock ‘n’ roll risuoni e come avrebbe dovuto evolversi negli anni ’70.

John Lennon sul potere della musica rock

Alle volte i giornalisti ed i critici musicali hanno provare a dare una spiegazione a questo fenomeno. Jann S. Wenner di Rolling Stone ha adottato un approccio diverso, chiedendolo semplicemente a John in un’intervista intitolata “Lennon Remembers”. Il musicista di Liverpool rispose: “Ti arriva, è il ritmo, vai nella giungla e loro hanno il ritmo”, rispose John. “Va in tutto il mondo ed è così semplice, il ritmo va perché tutti ci entrano”. Lennon ha anche detto che la migliore musica rock è “primitiva”.

“Se è reale è semplice e se è semplice è reale”

La risposta di John Lennon potrebbe sorprendere alcune persone. Sebbene i Beatles siano diventati famosi con canzoni dal suono semplice come “She Loves You” e “Do You Want to Know a Secret”, molte delle loro canzoni successive sono piuttosto complesse. Pochi chiamerebbero canzoni come “Happiness Is a Warm Gun” “primitive”, eppure John sostiene che il rock ‘n’ roll sia primitivo. Nel corso dell’intervista ha ulteriormente elaborato il suo pensiero a riguardo.

“Il rock ‘n’ roll riesce a farcela; è arrivato a me, l’unica cosa che mi ha fatto capire di tutte le cose che stavano accadendo quando avevo 15 anni “, ha aggiunto John. Il rock ‘n’ roll allora era reale, tutto il resto era irreale. Il bello del rock ‘n’ roll, del buon rock ‘n’ roll, qualunque sia il buon mezzo e tutta quella merda , è che è reale e il realismo arriva a te nonostante le tue convinzioni. Riconosci qualcosa che è vero, come tutta la vera arte. Se è reale, di solito è semplice, e se è semplice, è vero.“.

Come John Lennon ha detto che la musica rock dovrebbe evolversi

Nella stessa intervista, Wenner ha chiesto a John come pensava che si sarebbe dovuta evolvere la musica rock. Lennon ha detto che il genere dovrebbe evitare “intellettualismo”. Inoltre, sperava che la musica rock superasse la sua “immagine rivoluzionaria” e che i rockettari iniziassero a tagliarsi i capelli. Sebbene John avesse alcune linee guida per i musicisti rock, ha anche detto che “il rock ‘n’ roll sarà qualunque cosa facciamo”.

A John probabilmente non sarebbe piaciuto dove andò il rock ‘n’ roll negli anni successivi alla sua morte. L’intero genere del rock progressivo consisteva nel rendere il rock più complesso di quanto non fosse inizialmente. Secondo il New Yorker, il filosofo Bill Martin ha detto ironicamente che i Beatles hanno contribuito a creare il genere. Inoltre, molte rock star dopo John portavano i capelli lunghi, da Slash a Jack White. Tuttavia, John ha detto che il rock ‘n’ roll è ciò che ne facciamo, la miriade di sviluppi nel genere lo dimostrano sicuramente.

Share

Horus Black, al secolo Riccardo Sechi, nasce a Genova nel 1999 in una famiglia di musicisti classici. Appassionato di rock, soprattutto classic rock, cantante e musicista. Pubblica il suo primo album nel 2018. Indirizzo e-mail rsechi99@gmail.com