gtag('config', 'UA-102787715-1');

John Lennon, quella volta che Yoko Ono gli fece un regalo “speciale”

Prima che John Lennon iniziasse a portare Yoko Ono nelle sessioni di registrazione dei Beatles – con grande disappunto dei compagni di banda di John – la coppia iniziò a stare insieme come in una relazione extraconiugale all’antica. Ecco perché tra i due la relazione fu molto complicata perché John Lennon era il celebre cantante e musicista John Lennon dei Beatles e Yoko Ono era l’artista e gallerista Yoko Ono. Non erano certo due persone normali che potevano godersi in libertà tutte le loro autonomie, tutt’altro. Era impossibile essere anonimi, soprattutto per causa di John Lennon. Yoko Ono regalò a John una cosa molto particolare…

L’infatuazione per John Lennon di Yoko Ono

Ma partiamo dall’inizio. John ebbe una sensazione molto positiva da Yoko quando salì le scale di quella famosa galleria d’arte negli anni Sessanta. Ricordiamo che John era già molto famoso nel panorama britannico e in quello internazionale e, in misura diversa, anche Yoko Ono era una figura piuttosto famosa nel settore artistica. La leggenda narra che John Lennon stava salendo una scala e Yoko Ono gli aveva proposto una sorta di sfidascherzo. Lennon doveva raggiungere la cima della scala e usare un cannocchiale per trovare qualcosa di particolare. John vide una parola semplicissima, una scritta sul muro che recitava semplicemente “yes“. Non c’è dubbio che Yoko fosse già piuttosto innamorata di lui, ma lui era sposato.

Il triangolo amoroso e il regalo bizzarro

John avrebbe comunicato (telefonicamente o in altro modo, non si sa) con Yoko dalla casa che condivideva con sua moglie Cynthia e suo figlio Julian. Durante quel periodo (diciamo ’66 o ’67), John ricevette un pacco insolito firmato proprio da Yoko. Conteneva delle pastiglie Kotex, una sorta di medicine che servivano per dormire e guarire dall’influenza e mal di testa, e una tazza rotta. Yoko Ono lì inviò come un segno di affetto e perché voleva che John “guarisse”: probabilmente si riferisce al fatto che John aveva dei problemi di insonnia. Oppure c’è un’altra teoria: ovvero che John aveva avuto una relazione con May Pang, l’assistente della coppia, con il beneplacito di Yoko Ono.

Il progetto artistico di Yoko Ono

Con la benedizione di Yoko, John e Pang rimasero insieme a Los Angeles mentre registrava e beveva con gli amici Keith Moon e Harry Nilsson. La notte John non stette molto bene e si riprese solo con le pastiglie Kotex regalate da Yoko. Yoko ha ricordato anni dopo: “Stavo realizzando piccoli progetti artistici”. Era tutto un esperimento artistico e John Lennon era (fortunatamente o meno) la cavia di tutto questo. Gli disse che doveva riparare la tazza rotta usando le pastiglie, ma John Lennon non aveva capito nulla di tutto questo. Pensate al fatto che ricevete il regalo da Yoko mentre Lennon era ancora con la ex moglie e madre del figlio Julian.

Un amore anticonvenzionale

“Ero sposato e mia moglie si chiedeva chi fosse questa donna che mi ha mandato una scatola di Kotex”, ha detto John. Cercando di minimizzare il pacchetto che aveva ricevuto, John cercò una spiegazione. “Questa è in realtà un’opera dell’artista, mia cara”, ha ricordato raccontando a Cynthia. A complicare le cose, anche la sua ex suocera ha fatto il punto del pacchetto e John si giustificò dicendo che era solo una piccola opera d’arte. In fondo nessuno può sostenere che la coppia sia stata convenzionale. E la loro storia è stata interessante fin dall’inizio.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.