gtag('config', 'UA-102787715-1');

Judas Priest, quella volta che Rob Halford provò a sedurre un membro degli Iron Maiden

Il frontman dei Judas Priest Rob Halford ha davvero tante vicende da ricordare. La sua vita è sempre stata all’insegna della massima eccentricità, con la capacità di essere sempre fuori dagli schemi. Dagli abbigliamenti grossolani alle sue sorprendenti apparizioni sui palchi di tutto il mondo, lui sa come far parlare di sé. Tutto ciò, ovviamente, senza lasciare in secondo piano un’estensione vocale davvero notevole. Di seguito, scopriamo insieme i dettagli relativi ad una situazione particolare che lo ha visto protagonista insieme a Paul Di’Anno, il primo leader carismatico di un’altra band rock di assoluto rilievo, gli Iron Maiden.

La nuova autobiografia nella quale Rob Halford racconta se stesso

A partire dal prossimo 29 settembre, uscirà nelle librerie fisiche e virtuali di tutto il mondo il libro Confess: ‘Rob Halford led Judas Priest, and heavy metal itself, out of the Midlands and into the bigtime’. Si tratta dell’autobiografia del noto cantante britannico Rob Halford, capace di dare vita ad una carriera straordinaria alla guida dei Judas Priest. L’artista ha scelto di mettere a nudo emozioni e sensazioni della sua vita.

Rob è cresciuto nel cuore dell’industria hard della Gran Bretagna e ha deciso di raccontare tutta la sua storia all’insegna del puro rock ‘n’ roll. Dall’alcolismo alla tossicodipendenza, dalle tragedie personali alla riabilitazione, passando per il suo coming out, il cantante ha dimostrato di avere davvero molto da dire. Inoltre, Halford ha scelto di inserire improbabili incontri con geni del calibro di Jack NickolsonAndy WarholMadonna e persino Superman e la Regina Elisabetta. Inoltre, non mancano aneddoti succulenti sulla sua vita privata.

Il tentativo di Halford di sedurre Paul Di’Anno

Rob Halford, in occasione della promozione del suo libro, ha fornito alcuni particolari interessanti sulla sua conoscenza di Paul Di’Anno. Ecco cosa ha da raccontare in Confess il leader dei Judas Priest“In quel tour non siamo stati molto tempo in compagnia degli Iron Maiden. Molto probabilmente, ho preso troppo sul personale un commento di Di’Anno, che ha detto che ci avrebbe fatto spazzare via in ogni concerto…”.

La vicenda si arricchisce con alcuni particolari piuttosto piccanti: “Una sera, io e Paul ci ubriacammo insieme e ho provato a sedurlo in maniera spudorata! Ci chiudemmo nella mia stanza con l’obiettivo di continuare a bere. A quel punto, purtroppo, ero troppo fuori di testa per combinare qualsiasi cosa. Inoltre, anche lui era troppo ubriaco per comprendere cosa avrei voluto fare. Alla fine, credo che sia stata la conclusione migliore per tutti”.

Il commento di Rob Halford sul suo progetto letterario

Il frontman dei Judas Priest ha inoltre fornito alcuni dettagli relativi al suo imminente progetto letterario. Secondo quanto dichiarato alla rivista UCR, il cantante ha sottolineato quanto sia importante “essere onesti e sinceri su se stessi”, aggiungendo di essere riuscito a farlo al meglio dal momento in cui è riuscito ad essere “più pulito e sobrio”. Il libro lascia presagire numerosi spunti di interesse e l’attesa per la sua uscita è sempre più febbrile.

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)