gtag('config', 'UA-102787715-1');

Keith Richards, le 6 rockstar più odiate dal chitarrista dei Rolling Stones

Keith Richards si è certamente guadagnato un posto nell’olimpo delle grandi rockstar. L’iconico chitarrista ha raggiunto la consacrazione internazionale come membro dei Rolling Stones – i cattivi ragazzi inglesi. Questo non è l’unico motivo per il quale la rock band britannica è passata alla storia. Richards in particolare – mentre ha sempre tributato i propri omaggi ai pionieri del blues – ha criticato pesantemente e fatto commenti al vetriolo su tutto il resto. Che fossero artisti, rockstar contemporanee o interi generi musicali.

KEITH RICHARDS, I COMMENTI SULLA MUSICA RAP AL DAILY NEWS

A proposito dell’ultimo punto – ovvero gli insulti di Keith Richards riguardo interi generi musicali – è passata alla storia l’intervista rilasciata dal chitarrista al Daily News. “La cosa più notevole che ha fatto il rap è stato mostrare quanta gente sorda ci sia al mondo. – ha esordito il membro dei Rolling Stones, senza giri di parole – Tutto quello di cui hanno bisogno è una batteria e qualcuno che ci urli sopra e sono felici. C’è un mercato enorme per tutti coloro che non sanno distinguere una nota dall’altra. Rap: così tante parole, così poco da dire” ha poi concluso.



DA DAVID BOWIE AI LED ZEPPELIN, TUTTI GLI INSULTI DI KEITH RICHARDS

Keith Richards non si è certo limitato a fare commenti sprezzanti, ma generici. Le sue battute al vetriolo si sono abbattute soprattutto sulle rockstar del suo periodo, da David Bowie, ai Led Zeppelin e tanti altri. Il chitarrista dei Rolling Stones non sembra aver risparmiato nessuno. Vediamo i 6 artisti più odiati da Richards.

DAVID BOWIE

David Bowie è stato un artista eclettico e poliedrico, che fondeva la propria musica con rappresentazioni visive e stilistiche a 360°. Emblematici i tanti alter ego con i quali il Duca Bianco si è presentato – nel corso degli anni – sul palco. Concetti visivi e mistici che però non hanno mai impressionato Keith Richards.



In un’intervista del 2008 si lasciò andare a ben due commenti su David Bowie. Il primo riguardava la canzone Changes, l’unica traccia del disco Hunky Dory che il chitarrista riusciva a ricordare. Il secondo era più personale. “E’ tutta scena. E’ tutta una cavolo di scena – ha detto infatti il chitarrista dei Rolling Stones riguardo i costumi di Bowie – non ha niente a che vedere con la musica. E anche lui lo sa. Non riesco a pensare a niente di quello che ha fatto che mi faccia emozionare” ha concluso, duramente.

OASIS

Che Liam e Noel Gallagher non siano proprio simpatici a molti è un fatto noto. Tanto più che gli Oasis hanno cercato di costruire la propria fama sulle fondamenta passate dei Beatles e dei Rolling Stones. Da un lato i due fratelli hanno sempre omaggiato le proprie ispirazioni, dall’altro Keith Richards non ha mai preso bene la cosa.

“Questi ragazzi sono semplicemente odiosi. Crescete e poi tornate e poi vediamo se riuscite a competere” ha commentato, dopo averli apostrofati come “crap”. Ma anche i Beatles non ci sono mai andati leggeri con Liam e Noel Gallagher. George Harrison stesso disse: “La musica non ha profondità e Liam è una lagna, il resto della band non ha bisogno di lui”. 

PRINCE

L’influenza di Prince sulla musica internazionale – a partire dal suo debutto nel 1980 – è fuori discussione. Tuttavia, il cantante sembrò urtare molto Keith Richards la sera in cui finì per aprire un concerto dei Rolling Stones. “Prince deve capire come essere un principe. Questo è il problema di quando ti dai un titolo da solo prima di provare di esserne all’altezza – ha commentato il chitarrista – […] E’ un principe che crede di essere un Re”.

ELTON JOHN

Rimaniamo in territorio inglese per un altro cantautore – Elton John – che dopo l’uscita del biopic Rocketman e il tour d’addio sta vivendo un grande revival. Tuttavia, il cantante di Your Song non è mai andato a genio a Keith Richards, che lo ha definito: “Una vecchia megera…la sua capacità di comporre si limita a canzoni su bionde morte”. 

La risposta di Elton John tuttavia, non si è fatta attendere troppo. “Sarebbe orribile essere come Keith Richards. E’ patetico – ha commentato il cantante – è come una scimmia con l’artrite, che cerca di andare sul palco e di sembrare giovane. Ho grande rispetto per gli Stones ma sarebbero stati meglio se avessero cacciato Keith 15 anni fa”. 

LED ZEPPELIN

Keith Richards non ha risparmiato nemmeno i mostri sacri del rock internazionale. Il chitarrista dei Rolling Stones ha attaccato pesantemente i Led Zeppelin – rei di suonare troppo in base alla tecnica, e non ai sentimenti come lui. In un’intervista per Rolling Stone del 1969 disse: “La voce di quel tipo mi inizia a dare ai nervi. Non so perché. forse è troppo acrobatica”.

METALLICA E BLACK SABBATH

Si potrebbe pensare che Keith Richards abbia almeno riservato delle parole gentili per le rockstar e le band che lo hanno direttamente citato come ispirazione. Tra queste i Metallica e i Black Sabbath. Ma il chitarrista dei Rolling Stones ha di nuovo mantenuto fede a se stesso.

“Milioni di persone amano i Metallica e i Black Sabbath. Io penso che siano enormi barzellette…Non so da dove venga l’ispirazione dei Metallica, ma se viene da me, ho sbagliato tutto”.



Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.