gtag('config', 'UA-102787715-1');

Kiss: perché la band rock statunitense si chiama così?

Più e più volte ci siamo soffermati sui Kiss, storica band statunitense nata dall’iconico duo formato da Paul Stanley e Gene Simmons: vi abbiamo raccontato, infatti, di alcuni grandi successi come “Rock and roll all Nite” o, ancora, dell’origine del loro bizzarro make-up e dell’alter ego di ogni singolo membro del gruppo. Oggi, invece, siamo qui per analizzare insieme l’origine del nome “Kiss”.

Il successo mondiale della band di Paul Stanley e Gene Simmons

I Kiss, come dicevamo, sono una delle band che maggiormente hanno saputo rappresentare l’hard rock. In questi quasi 50 anni di attività la band statunitense ha venduto circa 130 milioni di dischi nel mondo, accumulando un successo dopo l’altro. Uno dei segni distintivi della band di New York è sicuramente l’eccentrico trucco sfoggiato da Simmons e soci. I Kiss, infatti, hanno avuto la geniale idea di fare del proprio look un segno distintivo, un vero e proprio marchio di fabbrica che permette loro di essere riconosciuti in qualsiasi parte del mondo.

Ogni singolo membro dei Kiss, infatti, presenta un simpatico alter ego. Gene Simmons è The Demon (per la sua maschera con motivi demoniaci e la sua tendenza a sputare finto fuoco sulla folla). Paul Stanley è invece The Starchild (figura ispirata al film ‘2001: Odissea nello spazio’). Peter Criss è The Catman (l’uomo gatto), mentre Ace Frehley è The Spaceman. Quello che però andremo ad analizzare oggi è l’origine del nome ‘Kiss’ e, per farlo, è doveroso fare un passo indietro e cominciare dall’inizio.

L’origine del nome ‘Kiss’

Nel lontano 1970, quindi 3 anni prima che nascessero i Kiss, Paul Stanley e Gene Simmons militano in una band chiamata ‘Wicked Lester‘. Qualche anno dopo, ai due, si aggiungono anche Ace Frehley e il batterista Peter Criss. Durante questo periodo i futuri Kiss iniziano a sperimentare un rock più duro rispetto a quello presentato dai Lester e, soprattutto, introducono una sostanziale novità: l’uso di trucchi e costumi. Dopo qualche tempo la band decide che è venuto il momento di rinnovare anche il nome e, su suggerimento di Stanley, optano per ‘Kiss‘.

Intorno a questo nome orbitano diverse ipotesi, nessuna delle quali totalmente confermata. Alcuni dicono che ‘Kiss‘ sia semplicemente un acronimo e, anche qui, ci sono due versioni contrastanti. Secondo alcuni ‘Kiss’ altro non è che l’acronimo di “Knights In Satan’s Service” (cavalieri al servizio di Satana), secondo altri invece il nome sta per “Keep It Simple Stupid“.

La teoria più accreditata, però, è quella risalente al 1973. Quell’anno, mentre la band era diretta a New York City, Criss cominciò a parlare del suo passato, menzionando una band in cui aveva militato: i Lips (labbra). Ebbene sì, questo nome piacque così tanto a Stanley che decise di coniarne uno simile per la sua band: Kiss (bacio).

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)