gtag('config', 'UA-102787715-1');

Kiss: quella volta che la band fece spogliare un giornalista che indossava una maglia degli Iron Maiden

È stata un’intervista piuttosto particolare quella che ha visto protagonista Gustavo, un giovane giornalista argentino che, nel 2012, ha cercato di intervistare i KISS in maniera piuttosto provocatorio, e indossando una maglietta degli Iron Maiden durante l’intervista realizzata alla band nel backstage di un loro concerto. Tuttavia, la band capeggiata da Gene Simmons non sembra aver gradito particolarmente lo scherzo, invitando il giornalista a togliersi la maglietta perché quel gesto caratterizzava, secondo il loro modo di vedere, una mancanza di rispetto. Per quanto il giornalista abbia provato a giustificarsi, la band l’ha obbligato, al termine del siparietto, a indossare la maglia al contrario, dopo essersi spogliato, al fine di non mostrare il nome della band metal e rock. Ecco tutto c’è da sapere citando anche le dichiarazioni che sono state rilasciate dalla band in merito, e che sono state raccolte dal siparietto che ha visto i Kiss protagonisti di un’intervista piuttosto particolare.

La provocazione ai Kiss e la risposta della band

Per i Kiss non deve essere stato assolutamente felice di trovarsi di fronte ad un giovane giornalista intento ad intervistarli, che allo stesso tempo indossava la maglia degli Iron Maiden. Per una band come i Kiss, ritrovarsi a parlare di fronte ad un soggetto che indossa la maglia di una delle band più significative dal punto di vista della rivalità strumentale e artistica, non è certamente un buon auspicio, e i Kiss hanno contestato a Gustavo, il giovane intervistatore argentino che nel 2012 ha voluto porre delle domande ai Kiss in modo piuttosto irriverente, la scelta di indossare la maglia degli Iron Maiden.

Il primo a parlare è stato Paul Stanley, indicando al giovane l’errore presente sulla sua maglietta, e, dopo la risposta dello stesso, tutti gli altri membri della band, compreso Gene Simmons, hanno incalzato finché lo stesso non ha deciso di spogliarsi e di mettere la maglia al contrario, al fine di poter iniziare l’intervista nel clima più Pacifico possibile. Paul Stanley ha dichiarato: «Gustavo, avrei una domanda da farti: questa maglietta non ha lo spelling corretto dei Kiss. Kiss si scrive così K-I-S-S. Qui non c’è scritto così. Hai fatto un grave errore». La risposta di Gustavo non è stata da meno: «L’ho fatto apposta, non è cool presentarsi a un’intervista di una band con indosso la loro maglietta»

Gene Simmons, per intimidirlo, ha invece dichiarato: «Sei a un concerto dei Kiss e ti metti la maglietta dei Kiss, ti va bene o no?», mentre Paul Stanley, per stemperare la questione, ha aggiunto: «Gustavo è molto furbo… [Avrà pensato] come posso prendermi una maglietta dei Kiss gratis? …mi presento con quella sbagliata». Infine, lo stesso ha dichiarato: «Amiamo Steve, amiamo Bruce, amiamo Nicko: li amiamo tutti. Ma tu sei ad un concerto dei Kiss e non mostri rispetto. Sei a casa nostra. se vai a una partita dei Raiders non metti di certo la maglietta della squadra avversaria, no?»

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.