gtag('config', 'UA-102787715-1');

Kiss: Quella volta che si ispirarono ai Rolling Stones per una canzone

Rolling Stones e Kiss sono entrambi gruppi simbolo del Rock Classico. Quando i secondi si ispirarono ai primi per una canzone, il risultato fu davvero particolare. Il brano in questione presenta diversi particolari molto simili, sembrerebbe, addirittura che la canzone dei Kiss ispirata ai Rolling Stones avrebbe dovuto avere anche un titolo che rimandasse peculiarmente alla canzone da cui la band di Gene Simmons aveva preso spunto.

In realtà, anche gli Stones si ispirarono ad un artista degli anni ’50 per dare alla luce la hit da cui i Kiss avrebbero tratto spunto negli anni a seguire. La canzone in questione era Brown Sugar che Mick Jagger scrisse dopo aver ascoltato Tallahassee Lassie, del 1959; scritta da Freddy Cannon. Brown Sugar fu il primo esempio di brano Pop degli anni ’70 ispirato alla cultura del ventennio precedente. Dopo la band di Mick Jagger, i Kiss continuarono la tradizione.

Nella biografia autorizzata dei Kiss, Behind The Mask, i membri del gruppo raccontano il processo creativo che ha portato alla realizzazione di alcune delle loro canzoni più evocative. I Kiss rivelarono che molti dei loro brani fossero ispirati alle grandi band del Rock Classico, dai Led Zeppelin ai Beatles. Fu Gene Simmons a rivelare di essersi ispirato a Brown Sugar dei Rolling Stones per uno dei loro brani più famosi.

La storia della canzone dei Kiss ispirata ai Rolling Stones

Nel libro, Simmons spiega di aver composto una canzone ed averla intitolata Black Diamond, ispirandosi a Brown Sugar dei Rolling Stones. Il giorno dopo, influenzato da Simmons, Paul Stanley scrive un brano omonimo. Simmons decise, quindi, di cambiare nome al suo brano, intitolandolo Christine Sixteen. La canzone in questione risente in maniera particolare delle inflessioni della hit dei Rolling Stones; pur preservando una differenza sostanziale per il suo significato.

Mentre la prima parla parla di un uomo di mezza età che si innamora di una giovane sedicenne, la seconda parla degli Stati Uniti prima della Guerra Civile del 1861. Parlando dei loro posizionamenti in classifica, Brown Sugar raggiunse il primo posto nella Billboard Hot 100, diventando uno dei brani più iconici nella straordinaria discografia dei Rolling Stones.

La canzone dei Kiss, non eguagliò il primato dei Rolling Stones, ma diventò uno dei brani più evocativi nella loro opera; Christine Sixteen raggiunse la venticinquesima posizione nella stessa classifica. Questa notizia non sorprende gli appassionati; perfettamente consapevoli che i Kiss abbiano raggiunto il podio delle classifiche solo tre volte. Al di la dei risultati nelle charts, entrambi i brani, oggi, rappresentano  pietre miliari nella storia del Rock.

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal.