gtag('config', 'UA-102787715-1');

Kurt Cobain e William Borroughs: l’incontro tra due leggende

L’incontro tra il grunge e la beat generation

Da un lato Kurt Cobain, che con i Nirvana ha fatto la cultura del grunge grande portandola all’espressione massima del successo in tutto il mondo; dall’altro William Borroughs, di tutt’altra sponda culturale e sociale, che è stato da sempre considerato uno dei volti più noti da associare alla beat generation. Insomma, Kurt Cobain e William Borroughs sono l’esempio di due correnti e movimenti apparentemente antitetici, ma che hanno trovato il loro fattore comune nella comunione di intenti e parametri.

La loro espressione maggiore è stata quella statunitense, da sempre promotrice di forme culturali emergenti. Ma c’è qualcos’altro che ha portato all’incontro di due culture così distanti, eppure vicine geograficamente. Ve lo raccontiamo in quest’articolo.

Kurt Cobain e William Borroughs e il brano in cui collaborarono

Nonostante l’incontro reale tra Kurt Cobain e William Borroughs ci fu un anno dopo, i due collaborarono – a distanza – per la prima volta nel 1992. Siamo a due anni dalla morte di Kurt Cobain e a cinque dalla morte di Borroughs (giusto per porre, cronologicamente, l’evento nella vita delle due leggende).

I due collaborarono per la realizzazione del singolo The Priest They Called Him, che doveva essere in grado di coniugare le peculiarità di entrambi. Il brano sembra puro e semplice rumore, dissonanza e cacofonia: in realtà dietro quello che può essere interpretato come un semplice fastidio uditivo c’è tanto altro. Dietro una voce che sembra essere così inadeguata come quella di William Borroughs e dietro il suono di chitarra di Cobain c’è tutto il senso di quell’incontro tra due culture “sporche”, da sempre prive di tutti quei canoni di classicità estetica e bello ideale.

L’incontro tra Kurt Cobain e William Borroughs

L’incontro tra Kurt Cobain e William Borroughs ci fu nel 1993. I due si incontrarono a Kansas Lawrence, lì dove Borroughs si era ritirato a partire dal 1981. Kurt Cobain non poteva non sfuttare l’occasione di incontrare il volto della beat generation, dal momento che i Nirvana si trovavano in Kansas per promuovere il proprio terzo album in studio, In Utero.

Dell’incontro sembrava non essere rimasta alcuna traccia, ma furono ritrovate – dopo anni – quattro foto che ritraggono le due leggende, grazie al contributo di Courtney Love. Borroughs, nonostante il ritiro, aveva accettato di incontrare Cobain con il quale aveva collaborato: una delle foto ritrae i due intenti nella lettura di un qualcosa di indefinito. Borroughs è visibilmente consumato dagli anni, e rimane in piedi a stento; eppure, per Cobain, al suo fianco, ciò che stava avvenendo era il coronamento di un sogno. 

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.