Kurt Cobain

Kurt Cobain e il messaggio di sua figlia Frances

Kurt Cobain si è tolto tragicamente la vita nell’Aprile del 1994, quando sua figlia aveva meno di due anni. Frances Bean Cobain è nata dall’amore travolgente e maledetto del leader dei Nirvana per Courtney Love, frontman delle Hole e icona femminile del movimento grunge degli anni ’90.

Il messaggio per Kurt Cobain

Recentemente Frances Bean Cobain aveva dichiarato in un’intervista di aver scoperto della morte di suo padre quando aveva già cinque anni. Pochi giorni fa, in occasione delle commemorazioni per quello che sarebbe stato il cinquantaduesimo compleanno di Kurt, Frances gli ha voluto lasciare un messaggio.

La ragazza ha pubblicato sul suo profilo Instagram una dedica al padre, sotto una foto che li ritrae assieme: “Buon compleanno al mio papà” ha scritto Frances “Spero che tu sia in pace”.

“Spero che il tuo spirito possa sentire quanto la tua arte abbia fatto bene al mondo. Anche se non sei riuscito a curare te stesso, penso sia ok. Perché la tua vita ha dato più di quanto abbia mai preso. Che persona speciale devi essere stata. Riposa in pace. Ci rivedremo quando ci rivedremo (spero non troppo presto)”.

Frances Bean Cobain e la musica

Se fosse stato ancora vivo, il 20 Febbraio 2019 Kurt Cobain avrebbe compiuto 52 anni. Chissà cosa ne sarebbe stato dei Nirvana, della sua arte e soprattutto del suo rapporto con Courtney Love e sua figlia, Frances Bean Cobain. Nel giorno della commemorazione per il suo compleanno, è stato inevitabile per tutti pensare a lui e soprattutto per la ragazza.

Recentemente Frances è stata ospite del programma RuPaul, What’s The Tee. Ha parlato dei suoi futuri progetti musicali e, ovviamente, anche di suo padre. Kurt Cobain non ha solo emozionato, ispirato e toccato i fan con la sua musica, ma è riuscito a trasmettere questa passione anche alla figlia.

Frances ha spiegato che nei suoi testi e nella sue melodie non troveranno posto influenze dei Nirvana. Essere figlia d’arte, soprattutto se si tratta dell’arte di Kurt Cobain, porta con sè una notevole dose di pressione e di aspettative. “In tanti provano a replicare o a rifare ciò che hanno fatto i loro genitori […] Comunque ciò che mi spinge a fare quello che voglio fare è il fatto che non assomiglio, non mi comporto e non sono affatto come i miei genitori da un punto di vista musicale“. Ovviamente alcuni confronti saranno inevitabili, ma Frances Bean Cobain è pronta ad affrontare la critica facendo la sua musica. Il suo sound lo descrive come “una scazzottata tra Pj Harvey e Fiona Apple, interrotta da Dolly Parton e Jeff Buckley che piangono in un angolo”.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.