24 January, 2021, 00:35

La musica rende le persone migliori: lo dice la scienza!

Che la musica eserciti un impatto profondo sulle emozioni delle persone, è cosa ben nota. Ognuno di noi, del resto, ha deciso di coltivare la passione per quest’arte dopo essere rimasto colpito da un’opera in particolare, a prescindere dai nostri generi prediletti. Il discorso, poi, tende ad amplificarsi ulteriormente se, ad un certo punto della propria vita, una persona tende ad intraprendere un percorso musicale, ovviamente, scegliendo lo strumento che lo affascina maggiormente. Non c’è che dire, ad una prima analisi individuale e, decisamente, poco meticolosa, riusciamo già a capire quanto, la musica, possa, potenzialmente, influenzare le nostre scelte di vita e, soprattutto, i nostri stati d’animo più concentrati. Una ricerca scientifica, però, ha scoperto che la musica riesca, addirittura, a renderci persone migliori. In quest’articolo, scopriremo in che modo.

Come fa la musica a renderci persone migliori?

Secondo uno studio condotto dalla divisione di ricerca di Yamaha Music, azienda di proporzioni colossali nella vendita di strumenti musical, la musica non ci renderebbe soltanto persone migliori, ma addirittura, ci aiuterebbe ad essere più felici. Le indagini di Yamaha scoprono per filo e per segno tutti gli effetti benefici che, suonare uno strumento, cantare o, anche solo ascoltare musica, infondono negli individui. Anzitutto, suonare uno strumento allena la mente migliora la concentrazione e tiene allenata la memoria. Attraverso il perfezionamento delle capacità di lettura e di calcolo, lo studio musicale è in grado di ringiovanire il cervello.

Non solo, la musica risulta essere un efficacissimo anti-stress, diminuendo la pressione avvertita dall’organismo dopo una giornata in piena routine. La musica è capace di renderci empatici e, soprattutto, di infondere maggiore sicurezza in noi stessi, soprattutto attraverso la creazione di obiettivi. Infine, la musica sa essere un ottimo allenamento per i muscoli.

Sebbene, comunque, quest’arte metta a dura prova tutti coloro che tentino di intraprendere un percorso più serio ed approfondito, essa può essere un’ottima amica alla portata di tutti; pronta a rimetterci in pista nelle giornate più buie, a prescindere dal nostro livello sullo strumento e dalle finalità, qualora ce ne fossero, con cui è possibile perpetuare questa straordinaria passione. Non ci resta, quindi, che imbracciare uno strumento e cominciare il nostro personale percorso di miglioramento al ritmo delle nostre canzoni preferite o, più semplicemente, ascoltare i brani che amiamo di più al termine delle prove più estenuanti a cui la vita, giornalmente, ci sottopone; riuscendo finalmente a scaricare gran parte delle tensioni accumulate nella frenesia quotidiana.

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)