gtag('config', 'UA-102787715-1');

La storia della chitarra più costosa di sempre

Il mercato degli strumenti musicali può difficilmente competere con altri, soprattutto se si pensa al grande pregio e al valore di alcuni strumenti, divenuti celebri e incredibilmente ambiti in virtù degli artisti che li hanno posseduti, al loro valore intrinseco o alla loro incredibile qualità, fatta di aggiustamenti, migliorie, potenziamenti e tanto altro ancora. C’è anche da considerare, inoltre, che negli ultimi anni il costo degli strumenti e dei cimeli rock è diventato incredibilmente alto e le aste diventano luoghi in cui si sfidano e superano record, cime e prezzi che potevano essere pensati come insormontabili. Ma qual è la chitarra più costosa di sempre? Vi raccontiamo la sua storia.

La storia della Fender Stratocaster “Reach Out To Asia”

Se si parla della storia della chitarra più famosa di sempre, prima di prendere in considerazione la Fender Stratocaster di David Gilmour che ha battuto ogni record c’è bisogno, necessariamente, di parlare della Fender Stratocaster “Reach Out To Asia”. La chitarra in questione è stata la più costosa che sia mai stata presente nel mercato prima della celebre Black Strat, che ha stabilito un nuovo incredibile record d’asta.

La caratteristica fondamentale della Reach Out To Asia? Non è mai stata posseduta da un artista! Il suo incredibile valore deriva, infatti, dalle tante firme presenti sullo strumento, tra cui quelle di Mick JaggerEric ClaptonBryan AdamsPaul McCartney. Prodotta per circa 17mila euro, la chitarra è stata venduta a 2.4 milioni di euro all’asta, con l’obiettivo di salvaguardare e offrire un concreto aiuto alle vittime dello tsunami in Asia del 2004.

La Black Strat di David Gilmour e il record battuto all’asta

Se citare la Fender Stratocaster “Reach Out To Asia” era doveroso, in termini storici, non si può fare a meno di considerare l’incredibile record battuto dalla Black Strat di David Gilmour, anch’essa venduta all’asta per un prezzo record di 3,975,000 dollari. 

Anche in questo caso non si può non parlare di una storia fatta di migliorie, aggiustamenti, modifiche e – addirittura – “salvataggi”: la chitarra era stata donata ad un Hard Rock prima di venir ritirata dallo stesso David Gilmour, a causa del trattamento non esattamente ottimale della stessa. La causa con cui è stata venduta è nobile così come la precedente Fender Stratocaster: in questo caso è stata la tematica ambientalista, con progetti mirati che sono stati finanziati con il ricavato dell’asta, ad aver causato la vendita della chitarra, un vero e proprio pezzo di storia del rock e non solo.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.