gtag('config', 'UA-102787715-1');

La storia della tragica morte di Luther Perkins

Molto spesso, nel prendere in considerazione artisti ed entità musicali che hanno fatto la storia, abbiamo anche sottolineato quanto tragica sia stata la loro morte o, semplicemente, il loro abbandono dalla scena artistica. In alcune occasioni abbiamo parlato di misteriosa suggestione, in altre di eventi tragici che hanno caratterizzato pagine di cronaca abbastanza negative punto in questa occasione, parlando della storia di uno dei chitarristi statunitensi più importante della storia della musica, vogliamo indicare quanto tragica sia stata la morte dello stesso. Parliamo di Luther Perkins, chitarrista statunitense country e membro dei Tennessee Three, la prima band che abbia accolto le prestazioni artistiche di Johnny Cash. È opportuno, non solo per dovere di cronaca ma anche per la trasmissione di una delle pagine di storia più tragiche di sempre, parlare di quale sia stata la morte di Luther Perkins.

Il successo di Luther Perkins

Prima di prendere in considerazione la tragica morte di Luther Perkins, è opportuno parlare di quale sia stato il successo del chitarrista statunitense, membro dei Tennessee Tree. Perkins è nato nel Mississippi, là dove ha iniziato la sua carriera nel 1953, anche se lontano dagli ambiti artistici e musicali. La sua carriera artistica è iniziata, infatti, nell’anno successivo, a partire dal 1954.

Quelli che inizialmente erano soltanto gli incontri di piacere tra amici e conoscenti divennero, ben presto, occasioni molto importanti per maturare una certa consapevolezza artistica che porterà alla fondazione dei Tennessee Three. Luther Perkins stato, paradossalmente, fondamentale nel processo di crescita e di maturazione artistica di Johnny Cash, oltre che uno dei chitarristi country più importanti della storia statunitense e non solo. La sua carriera, prima della tragica morte di cui successivamente vi parleremo, è stata attiva fino al 1968.

La morte di Luther Perkins

A questo punto, possiamo prendere in considerazione alla tragica morte di Luther Perkins, avvenuta il 5 agosto del 1968. Il chitarrista country statunitense tornò dalla pesca sul lago di Hickory, all’interno della sua casa nel Tennessee. Secondo i racconti avvenuti all’epoca, il chitarrista si addormentò in salotto, mentre teneva una sigaretta accesa nella sua mano. Caso volle che sua nipote, che voleva svegliarlo a causa dell’imminente matrimonio che avrebbe dovuto compiere, lo ritrovò intorno alle 6 del mattino ormai quasi esanime, oltre che avvolto da fiamme che si erano sviluppate all’interno di tutto il salotto.

Nonostante lo stesso Perkins fosse stato assistito da un equipaggio di emergenza che aveva tentato di salvargli la vita portandolo nell’ospedale universitario di Vanderbilt, là dove il chitarrista è stato sottoposto ad una terapia intensiva di emergenza, lo statunitense ha perso la vita 2 giorni dopo. La sua tomba si trova vicino a quelle di Johnny Cash e June Carter Cash, nel Tennessee.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.