gtag('config', 'UA-102787715-1');

La storia dell’incredibile incontro tra Elvis Presley e Muhammad Ali

L’attore e cantante americano Elvis Presley, grazie alla sua voce, al suo carisma e alla sua presenza scenica, è diventato negli anni una vera e propria icona culturale. Oggi vogliamo raccontarvi dell’incontro tra il re del rock and roll Elvis Presley ed il campione del mondo dei pesi massimi Muhammad Ali.

La storia dell’incontro tra Elvis Presley e Muhammad Ali

L’incontro tra queste due icone mondiali risale al 14 febbraio del 1973. Il re del rock and roll, grande ammiratore di Ali, si presentò nell’albergo dove alloggiava il campione con una speciale tunica in puro stile Elvis. Muhammad Ali, al secolo Cassius Marcellus Clay, indossò per la prima volta quella meravigliosa tunica lo stesso giorno, durante l’incontro (poi vinto) con Joe Bugner al Convention Center di Las Vegas.



A fine incontro, poi, anche l’avversario di Ali pretendeva una vestaglia da Elvis: “Hey Elvis è una bellissima tunica quella che hai regalato ad Ali -disse Bugner- Anche a me piacerebbe averne una cosi!” Elvis si girò di scatto e disse: “Mi dispiace, ma tu non sei un campione.”



Cassius Clay indossò una seconda volta la tunica poche settimane dopo, per il primo combattimento con Ken Norton, tenutosi il 31 marzo nell’Arena dello Sport di San Diego. E, in quella precisa occasione, il commentatore disse: “Quella bellissima tunica è stata donata da Elvis Presley ad Ali durante il suo ultimo combattimento a Las Vegas. Il costo è di circa 3.000 dollari ed è la gioia e l’orgoglio di Ali.”

Il ricordo del Dr Fernando ‘Ferdie’ Pacheco

Il Dr Fernando ‘Ferdie’ Pacheco, storico medico personale di Ali, parlando del primo incontro tra queste due leggende disse: “C’ero anche io quando Elvis si presentò a Las Vegas con quella splendida tunica. Inizialmente i due non sapevano proprio come comportarsi. Si scrutavano l’un l’altro, meravigliati ed affascinati. Poi per rompere il ghiaccio Ali disse ‘Ragazzi lo vedete questo ragazzo? Balla in un modo incredibile. È un intrattenitore nato.’  Purtroppo non ci sono ulteriori testimonianze circa questo meraviglioso ed inaspettato incontro, ma possiamo solo immaginare cosa si siano potuti raccontare queste due iconiche personalità.

Muhammad Ali, dopo la tragica e misteriosa morte di Elvis nell’agosto del 1977, disse: “Molto spesso la gente si accorge dell’importanza di una persona solo quando non c’è più. Questo è successo col presidente Kennedy, con i Beatles e ora con Elvis. Elvis Presley era un mio grande amico: nella mia vita difficilmente ho ammirato qualcuno, ma lui era l’uomo più dolce, umile e simpatico che avessi mai conosciuto.”



Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)