La storia di About A Girl dei Nirvana

Nella loro breve ma intensa carriera i Nirvana sono riusciti a sfornare una hit dopo un’altra. Canzoni come Smells Like Teen Spirit, Come As You Are e In Bloom incarnano la vera essenza del grunge. Caso atipico dell’intera discografia dei Nirvana, About a Girl è uno dei pochissimi brani pop della band di Aberdeen. Dopo essere stato pubblicato nell’album d’esordio della band Bleach (1989), il brano viene presentato come singolo in occasione dell’uscita dell’album acustico dal vivo MTV Unplugged In New York (1994).

About a Girl, la canzone scritta da Kurt Cobain per Tracy Marander

Spulciando nella biografia di Michael Azerrad, “Come As You Are: The Story Of Nirvana”, pare che About a Girl sia stata scritta da Cobain dopo aver passato un intero pomeriggio ad ascoltare e riascoltare l’album “Meet The Beatles!”. Sappiamo inoltre che Kurt Cobain ha scritto About A Girl per la sua fidanzata dell’epoca, Tracy Marander. Beh in realtà è stata la stessa Tracy a chiedere al musicista di Aberdeen di scrivere una canzone per lei, ma questa è un’altra storia.

Di certo non si può dire che About A Girl sia una brano d’amore, anzi, la canzone racconta tutte le difficoltà e le complicazioni della coppia. Il caro vecchio Kurt , a dir il vero, non aveva mai svelato a Marander che il brano era dedicato proprio a lei. La donna, infatti, l’ha scoperto solo dopo aver letto il libro “Come As Your Are: The Story of Nirvana”.

I contorni pop di About a Girl

Dal punto di vista musicale About a Girl si distacca completamente da tutti gli altri brani dell’album, appare infatti come una ballad dai contorni pop. Inizialmente Cobain nutriva dei seri dubbi al riguardo perché, come raccontò nel 1993 alla rivista Rolling Stone“introdurre una canzone dai contorni pop in un disco evidentemente grunge è piuttosto rischioso.”

Le origini del titolo

Secondo Chad Channing, batterista dei Nirvana, quando Kurt presentò la canzone in studio era tutto perfetto, mancava una sola cosa, forse la più importante: il titolo.

“Ricordo che stavamo provando la canzone e così chiesi a Kurt che titolo le avesse dato. Lui mi rispose che in realtà non l’aveva ancora trovato.” Allora gli dissi: bene.. e di che cosa parla questa canzone? “Di una ragazza”, rispose. Così gli proposi: beh e perché allora non la chiami semplicemente ‘a proposito di una ragazza’. Kurt mi guardò, mi sorrise e disse: “Va bene, mi piace.”

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)