La telefonata che terminò i conflitti fra Chris Cornell e Tom Morello

Tom Morello, chitarrista degli Audioslave e dei Rage Against The Machine, ha deciso di rompere il silenzio in merito ai suoi rapporti con il compianto Chris Cornell, scomparso tragicamente il 18 maggio 2017. In un’intervista rilasciata ad Alternative Press, Morello ha prima cercato di sensibilizzare gli interlocutori sul delicato tema del suicidio, parlando dell’organizzazione SAVE, Suicide Awareness Voices of Education. In seguito, il musicista si è anche espresso su quanto la morte dell’ormai ex frontman dei Soundgarden lo abbia segnato, e di come è stata una telefonata a riunire i due.

Le parole di Tom Morello per sensibilizzare le persone sulle problematiche della depressione e del suicidio

Non c’è alcun riscontro positivo in ciò che hanno passato e che stanno passando le persone affette da questo problema“, ha affermato Tom Morello ad Alternative Press. “Questo però aiuta a dare una spinta all’idea che la depressione e il suicidio sono cose serie, cose reali. Non è qualcosa da cui ci si dovrebbe nascondere, perché c’è sempre qualcuno disposto ad aiutare il prossimo. Puoi affrontare il mondo, ci sono persone pronte ad aiutarti, persone che ti amano, lascia che lo facciano“. La perdita di Chris Cornell, ha ammesso il chitarrista, è stata devastante. Esso, durante i suoi show, si è sempre concesso un momento per onorare l’amico scomparso. “In questi tempi è presente, tra la gente, anche troppo dolore represso. Per favore, ci sono dei modi per uscire da questo terribile tunnel, basta fare una telefonata, o semplicemente aprire un dialogo con qualcuno con cui ti senti a tuo agio“.

La telefonata che ha messo fine ai conflitti fra Tom Morello e Chris Cornell

Tom Morello e Chris Cornell hanno suonato negli Audioslave fino al 2007, anno in cui Cornell ha annunciato che avrebbe lasciato il gruppoa causa di conflitti irrisolvibili e divergenze musicali“.

Alla domanda di Alternative Press: “Tu e Chris siete riusciti ad appianare le vostre divergenze prima che lui morisse?”. Tom Morello ha risposto: “Si. Con gli Audioslave ci siamo presi una pausa durata 12 lunghi anni, ma siamo rimasti amici. Dovevo andare a Seattle per dei concerti. Io e Chris non ci esibivamo insieme da un decennio. L’ho chiamato e gli ho detto che sarei stato a Seattle, e che se avesse voluto fare un po’ di rock ‘n’ roll, io sarei stato più che disponibile. Lui mi ha risposto: “Sicuro!”, ed è venuto a casa mia a provare qualche canzone degli Audioslave. Abbiamo suonato Ghost of Tom Jones e qualche cover. È stato fantastico, allora eravamo veramente uniti“.

L’ultima volta che Tom Morello e Chris Cornell hanno suonato insieme con gli Audioslave è stata il 20 gennaio del 2017. “Ci siamo esibiti insieme quell’ultima volta, ed è stato epico. Il rock era al massimo della sua potenza, e la bellissima voce di Chris sprigionava carica dagli altoparlanti. Quella è stata l’ultima notte che l’ho visto, e sono così felice che lui abbia avuto quel grande momento“.

Share

Rebecca Buzzetti, classe 1996. Diplomata come creatrice d'abbigliamento da donna, studentessa di giornalismo. Da sempre appassionata di musica, in particolare rock, arte, sport (soprattutto hockey), letteratura, disegno e scrittura. Persona estremamente ironica, aspirante giornalista e scrittrice. (rebecca.buzzetti@gmail.com; Instagram: @rebiush)