gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le 5 canzoni più misteriose dei Queen

Nel corso della loro lunga carriera, i Queen hanno scritto diversi brani dal significato tutto da chiarire. La band rock guidata da Freddie Mercury ha sempre saputo proporre testi dal valore assoluto, in grado di impreziosire la sua produzione musicale. Di seguito, scopriremo insieme alcune delle canzoni più misteriose dei Queen, grazie alle quali sono riusciti a rendere il loro mito ancora più fulgido.

1. Jesus (1973)

Iniziamo da uno dei brani forse meno noti della vasta produzione del gruppo britannico. Jesus è stato inserito nel primo album eponimo dei Queen e nasconde diversi tratti molto misteriosi. Nonostante Freddie Mercury non fosse un cristiano fervente, decise di dedicare un brano a Gesù Cristo e alla sua grandezza, oltre che alla sua genesi. Nel testo, lui curava i lebbrosi ed era seguito da tantissima gente. Il messaggio complessivo sottolineava quanto l’uomo fosse una figura misteriosa, compresa fino in fondo solo da Dio. Ad ogni modo, Freddie non ha rivelato neanche agli altri membri della band il motivo di una canzone del genere.

2. Killer Queen (1974)

Proseguiamo con un brano presente nel terzo album del gruppo, forse il suo primo grande successo in assoluto. Killer Queen è un brano fresco, apparentemente frivolo, ma che nasconde un significato abbastanza profondo. Protagonista è una prostituta che lavora ai piani alti, anche se si presta ad una lunga serie di possibili interpretazioni. Mercury ha deciso di prendersi questo rischio musicale con un testo diverso rispetto ai precedenti. Il risultato è senz’altro stato vincente.

3. Bohemian Rhapsody (1975)

Se si parla di canzoni misteriose, non si può non nominare il brano più iconico del repertorio dei QueenBohemian Rhapsody si è sempre prestato ad una serie infinita di interpretazioni, tutte molto valide. C’è chi dice che sia una sorta di ammissione di Freddie della sua omosessualità, chi spiega il suo riferimento alle relazioni sentimentali. Il testo racchiude vari pezzi che solo il cantautore originario di Zanzibar è stato in grado di unire secondo un filo logico tutto suo. Nessun altro avrebbe saputo dare forma ad un puzzle così perfetto e volutamente criptico.

4. Dragon Attack (1980)

Nel vasto repertorio dei QueenDragon Attack è forse uno dei brani più curiosi in senso assoluto. Molto probabilmente non è tra i più noti, ma viene considerato come una piccola perla dell’hard rock. Anche in questo caso, il significato del testo presenta più di qualche ambiguità, con strani viaggi all’interno di stanze di mille colori. Molto probabilmente, in questo caso, Brian May è rimasto colpito da una qualsiasi Chinatown. Dal ritmo vagamente rappeggiante, ma merita di essere riscoperto.

5. Innuendo (1991)

Concludiamo con il primo singolo con l’ultimo album della band inciso quando Freddie Mercury era ancora in vita. Innuendo viene considerata come una sorta di Bohemian Rhapsody degli anni ’90. Alcuni, in maniera alquanto superficiale, hanno parlato di questo brano come un vero e proprio epitaffio del cantante, ma non è assolutamente così. Anzi, leggendo meglio le parole, sembra più un’esortazione a non mollare, a superare i propri limiti. Anche in questo caso, i Queen sono stati in grado di comunicare tutto e il contrario di tutto.

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)