gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le 5 migliori band dell’indie rock

L’espressione indie rock può nascondere diversi significati tutti piuttosto autorevoli e interessanti. C’è chi non lo considera come un vero e proprio genere musicale, ma un senso di autonomia assoluta rispetto alle grandi case discografiche commerciali. Nelle righe seguenti, scopriremo quelle che secondo noi sono le 5 migliori band dell’indie rock. Naturalmente, sono opinioni puramente soggettive e ognuno può farsi la propria idea a riguardo, con la chance di scegliere i gruppi che maggiormente rappresentano la propria concezione di questo genere musicale.

1. Arctic Monkeys

Iniziamo da una band relativamente recente. Gli Arctic Monkeys hanno iniziato a fare musica nel 2002, ponendosi a metà strada tra l’alternative rock e il post punk. Nel corso della loro carriera, hanno inciso sei album in studio e vinto ben sei Brit Awards, uniti a due candidature ai Grammy. Il complesso viene citato per essere stato tra i primi in assoluto ad aver ottenuto il successo grazie ad Internet. Amici e appassionati si sono dati da fare per valorizzare il progetto e la band ha puntato sulla distribuzione di demo gratuite ai concerti.

2. The Strokes

Nel vasto panorama delle band indie rock capaci di segnare la loro epoca, i The Strokes occupano un ruolo di primo piano. Il gruppo originario di New York ha iniziato il proprio percorso nel 1998, anno dal quale ha inciso sei album in studio. Dopo un inizio all’insegna dell’ispirazione ai mitici anni ’70, il gruppo ha saputo seguire al meglio le tendenze musicali e continua a puntare su sonorità alquanto intriganti e originali.

3. The Stone Roses

A partire dal 1983, i The Stone Roses hanno segnato in qualche modo la scena rock alternativa. La band di Manchester, guidata dal cantante e frontman Ian Brown, ha ispirato numerosi altri gruppi che sarebbero arrivati negli anni successivi, dagli Oasis ai già citati Arctic Monkeys, dai Kasabian ai Kings of Leon. Dopo un primo album di grande successo nel 1989, The Stone Roses, cinque anni dopo fu pubblicato il secondo, senza ripetere i fasti precedenti. Il progetto finì nel 1996 e riprese nel 2011 con una reunion, ma il primo disco resta una perla.

4. Arcade Fire

Direttamente dal Canada, ecco gli Arcade Fire. La band indie rock guidata dal leader Win Butler ha esordito nel 2003 con un EP eponimo, seguito l’anno dopo dal successo di critica di Funeral. Anche i seguenti Neon BibleThe Suburbs hanno confermato le prerogative precedenti, con quest’ultimo che ha vinto il premio Grammy come miglior album del 2010. Risultati davvero sorprendenti nella scena alternativa, che riecheggiano fino ad oggi.

 

5. The Smiths

Concludiamo con i The Smiths, attivi tra il 1982 e il 1987. Nonostante i soli sei anni di attività, la band guidata da Morrissey è entrata nella storia dell’indie rock e nell’alternative in generale. Alcuni sondaggi hanno decretato il gruppo tra i più influenti di ogni epoca. Quattro album in studio sono stati più che sufficienti a proiettare il quartetto di Manchester nell’olimpo del loro genere. Lo scioglimento non fece dimenticare la qualità della band, anche grazie ad un frontman straordinario e ad un riuscito mix tra classic rock e post punk.

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)