gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le 5 migliori canzoni d’amore di Janis Joplin

Il 4 ottobre 1970 ci ha lasciato la cantante statunitense Janis Joplin, nata a Port Arthur il 19 gennaio 1943. Data la sua scomparsa all’età di soli 27 anni, la star è stata inserita nel cosiddetto Club of 27, contenente diverse celebrità del mondo della musica come il fondatore dei Rolling Stones Brian Jones, lo storico chitarrista Jimi Hendrix, il frontman dei Doors Jim Morrison, il leader dei Nirvana Kurt Cobain e la stella Amy Winehouse.

Janis iniziò la sua carriera agli inizi degli anni ’60, prima di diventare la voce della band Big Brother and The Holding Company. La prestigiosa rivista Rolling Stone posiziona la Joplin al 28esimo posto tra i 100 cantanti più importanti di ogni epoca e alla 46esima piazza tra i migliori artisti. Inoltre, l’artista fa parte della Rock and Roll Hall of Fame. Diamo un’occhiata alle 5 migliori canzoni d’amore di Janis Joplin, capaci di emozionare un pubblico che continua ad ascoltare la sua meravigliosa voce e a rimpiangere la sua presenza.

1. Piece of My Heart

Non potevamo non iniziare dal brano forse più famoso del repertorio di Janis Joplin, inciso da lei 1968. Non tutti sanno che, in realtà, il pezzo era stato lanciato un anno prima da Emma Franklin, sorella della più nota Aretha. Janis canta in maniera struggente e racconta l’amore come un sentimento nel quale bisogna donare ogni piccola parte di se stessi fino in fondo. Si tratta di un rapporto tempestoso, di cui però non è possibile fare a meno in alcun modo.

2. Ball and Chain

Ball and Chain, invece, si dimostra come un testo più intimista, nel quale la Joplin si chiede perché un grande amore sia finito e non sa darsene pace. Anche questa canzone è in realtà una cover, stavolta di un brano inciso da Big Mama Thornton nel 1968. Il sentimento più universale di tutti viene stavolta paragonato ad una vera e propria “palla al piede”, con la quale si è costretti a convivere per l’intera esistenza.

3. Cry Baby

Questo pezzo è stato proposto per la prima volta nel 1963 dai Garnet Mimms and the Enchanters e inciso da Janis Joplin in una cover uscita postuma, nel 1971. In questo caso, viene messo in evidenza il grande valore dell’amore materno. Una mamma cerca di consolare suo figlio per la fine di una relazione sentimentale, promettendogli di essere sempre pronta ad accoglierlo tra le sue braccia.

4. Maybe

Risale al 1969 questo brano intenso ed emozionante, inserito in uno degli ultimi dischi dell’artista originaria del Texas. La protagonista vuole che il suo ex torni da lei, ma è consapevole che non succederà mai. La donna è anche disposta ad ammettere di aver sbagliato qualcosa pur di fare in modo che tutto torni come un tempo.

5. Kozmic Blues

Concludiamo con quello che da molti viene considerato come il vero e proprio testamento musicale di Janis Joplin. In questo brano, la cantante racconta i suoi 25 anni e parla dell’amore e della vita in generale con la massima disillusione, quasi come se avesse previsto la sua tragica fine. La voglia di credere si contrappone ad una consapevolezza di cambiamento, che porta ad un senso di autentica rassegnazione.

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)